Elon Musk a processo per tweet del 2018: il miliardario si difende dall’accusa di frode

Elon Musk a processo per alcuni suoi tweet che sono stati imputati da un'azionista di Tesla. Prima udienza e testimonianza del milardiario.

Elon Musk a processo per alcuni suoi tweet dell’agosto del 2018. Il miliardario deve rispondere di accuse pensati intentate da un’azionista di Tesla. Musk ha testimoniato e si è difeso nella prima udienza che proseguirà la prossima settimana.

Elon Musk a processo per tweet del 2018

Elon Musk è imputato in un processo  per una serie di tweet del 2018 in cui dichiarava che intendeva portare Tesla in borsa. L’azione legale contro il proprietario di Twitter è stata avviata da un azionista secondo cui Musk non aveva i fondi per il delisting di Tesla.

In particolare, al centro del processo, ci sono i tweet con cui nell’agosto del 2018 Musk aveva garantito la copertura finanziaria per la privatizzazione di Tesla con una valutazione di 420 dollari per azione, e rivelato che “il sostegno dell’investitore” per l’accordo era stato “confermato”.

Il miliardario si difende dall’accusa di frode

Il miliardario si è presentato in tribunale nella mattinata di sabato 21 gennaio e si è difeso dalle accuse. Nella sua testimonianza di circa 30 minuti, il miliardario ha spiegato la natura dei suoi tweet sottolineando che non c’è “relazione causale” tra il suo post e l’aumento del prezzo delle azioni Tesla.

 

LEGGI ANCHE: “Elon Musk – Il mondo ai miei piedi”, docufilm arriva in tv: quando e dove vederlo