Elezioni Verona, Morgan si candida con Vittorio Sgarbi, Sboarina: “No, grazie”

Elezioni Verona, arriva la candidatura di Morgan nella lista di Vittorio Sgarbi. Il sindaco Sboarina rifiuta: "Non sarà nelle mie liste".

Elezioni VeronaMorgan si candida con Vittorio Sgarbi, come capolista di Io apro Rinascimento. Il cantante si è proposto a sostegno del sindaco uscente Federico Sboarina che però rifiuta: “Un grande artista, ma non sarà nelle mie liste”.

Elezioni Verona: Morgan si candida con Sgarbi

A pochi mesi delle elezioni comunali, è già caos. In preparazione dell’election day di Verona, previsto per il 12 giugno, la lista Io apro Rinascimento creata da Vittorio Sgarbi, ha presentato un nome a sorpresa come capolista.

Si tratta di Marco Castaldi, in arte Morgan, cantautore milanese, fondatore dei Bluevertigo e celebre personaggio televisivo. La lista Io apro Rinascimento si presenta alle elezioni a sostegno della ricandidatura del sindaco uscente Federico Sboarina, membro di Fratelli d’Italia.

L’annuncio arriva da Umberto Carriera, segretario del partito Io apro“Verona è una città strategica per moltissime ragioni, e Marco, partendo dalle sue vocazioni, ha una visione chiara di come operare al fianco di Federico Sboarina, che in questi 5 anni, ha ben amministrato e dimostrato di saper governare con coerenza.

Appoggiamo con convinzione la sua ricandidatura e sosteniamo con fiducia Morgan”. Sboarina, tuttavia, non sembra condividere lo stesso entusiasmo.

Per Sboarina è un secco no: “Grande artista, ma non sarà nelle mie liste”

Il sindaco di Fratelli d’Italia, intervistato riguardo alla candidatura di Morgan, ha dichiarato: Vittorio Sgarbi è un amico e un fuoriclasse anche dell’anticonformismo, e ha voluto, con successo, innalzare l’attenzione attorno al suo movimento. Morgan, che ritengo un grande artista e un fine conoscitore musicale, non sarà nelle liste a mio sostegno“. Il nome del cantante, a quanto sembra, ha generato diverse polemiche sui social e negli ambienti di centrodestra, che hanno esortato l’attuale sindaco di Verona a spingere per una marcia indietro.