Marmolada, Mauro Corona: “Tragedia non prevedibile. Io salito 30 volte”

Mauro Corona, noto alpinista scrittore, invita invece a non fare polemiche troppo facili sulla Marmolada “Io sarò salito e sceso 30 volte.."

A parlare e dire la sua in merito alla tragedia avvenuta sulla Marmolada è stato anche Mauro Corona, noto scrittore e volto televisivo appassionato di montagna. Ecco cosa ha detto.

Marmolada, Mauro Corona: “Tragedia non prevedibile”

Mauro Corona, noto alpinista scrittore, invita invece a non fare polemiche troppo facili. Smettiamola di dire disastro annunciato, io sarò salito e sceso 30 volte – ha infatti detto a Morning News, programma di Canale 5 – il ghiaccio teme il caldo ma non ci si aspettava che crollasse di colpo, non diciamo che si poteva evitare. La montagna è così, c’è troppo caldo e il ghiaccio si scioglie, e cade giù anche la roccia.

La Terra è fatta così, non si poteva evitare. 10 gradi in vetta? Anche l’anno scorso c’erano e siamo saliti”.

“Io sarò salito e sceso 30 volte”

è chiaro che con il senno di poi si poteva stare a casa: cosa facciamo, non si va più da nessuna parte? Attenzione a mettere il dubbio che non si possa più fare nulla. E’ logico che bisogna cambiare il nostro atteggiamento, fare più attenzione”.

In buona sostanza, ha ripetuto il noto volto tv, “Smettiamola di dire disastro annunciato, io sarò salito e sceso 30 volte”

Leggi anche: Mauro Corona, chi sono i 4 figli