Due italiani di Rovigo trovati morti a New York in un albergo

Due italiani di Rovigo trovati morti a New York. È giallo per il ritrovamento in un albergo dei corpi di due italiani

Due italiani di Rovigo trovati morti a New York. È giallo per il ritrovamento in un albergo dei corpi di due italiani, Luca Nogaris e Alessio Picelli, rispettivamente di 39 e 48 anni, entrambi originari di Rovigo. Non ci sono segni di violenza sui corpi.

Due italiani trovati morti a New York

La notizia della morte dei due cittadini italiani, riportata da Ansa, è stata comunicata dal Consolato italiano al comando dei carabinieri di Rovigo (purtroppo, non è la prima tragedia che si registra nella Grande Mela).

I due erano soci in affari, e si trovavano negli Stati Uniti per motivi di lavoro. Secondo quanto riportato dal Il Resto del CarlinoLuca Nogaris 39 anni di Rovigo, era un artigiano mentre Alessio Picelli, 48 anni, sposato, imprenditore e arredatore d’interni, era originario di Villadose, ma da tempo era residente a Rovigo.

Sposato e padre di tre figli, Nogaris era legato all’ambiente del rugby rodigino attraverso il padre Flavio.

Il ritrovamento dei corpi

La comunicazione da parte del Consolato d’Italia del ritrovamento a New York delle vittime, avvenuto mercoledì 10 agosto, è stata recapitata dai militari dell’Arma della compagnia di Rovigo. Restano da chiarire le cause del decesso e i dettagli del ritrovamento dei corpi senza vita dei due italiani in una camera d’albergo nella Grande Mela.