Conte attacca il Pd sul campo largo: “No alla politica dei due forni”

Conte attacca il Pd sul campo largo: "Non accettiamo la politica dei due forni. Quel che vale a Roma vale a Palermo"

Tra Pd e m5s è fuoco e fiamme sul futuro del “campo largo”. Se da un lato, infatti, il Partito democratico vuole chiudere al m5s in vista delle elezioni politiche, il Movimento cinque stelle ribatte duramente al Pd.

Conte attacca il Pd sul campo largo: “No alla politica dei due forni”

La presa di distanza del Pd dal campo largo, che in questi giorni è stata sostenuta da Enrico Letta e da diversi esponenti del Pd, ha irritato non poco Giuseppe Conte.

C’è da aggiungere, in particolare, che domani si terranno in Sicilia le primarie del “campo largo” che vedranno partecipare Pd, m5s e Leu per decidere il candidato governatore della regione.“Ormai la macchina delle primarie siciliane è partita e domani il Movimento vi prenderà parte. In queste ore però leggo diverse dichiarazioni arroganti da parte del Pd. Non accettiamo la politica dei due forni. Quel che vale a Roma vale a Palermo“. 

Il campo largo esiste ancora?

In merito alla esistenza o meno del campo largo, dopo la caduta del governo guidato da Mario Draghi, si sono già pronunciati per negarne l’esistenza molti esponenti del Pd. Da Enrico Letta fino a Dario Franceschini passando anche per Lorenzo Guerini, continuano a piovere dichiarazioni dal Pd per staccarsi dal Movimento cinque stelle. Ma se questo vale a livello nazionale, deve valere anche a livello locale?