Cina, Ikea in lockdown a Shanghai e fuga di massa: cosa è successo?

Cina, continua l'allerta Covid: Ikea in lockdown a Shanghai. Ecco il video della fuga di massa dei clienti dal negozio.

Cina, panico all’Ikea di Shanghai: in lockdown a causa di un contatto stretto di un malato di Covid. Centinaia di clienti hanno preso d’assalto le uscite per fuggire dalla struttura ed evitare la quarantena: ecco il video dell’accaduto.

Cina, Ikea in lockdown a Shanghai: il video della fuga di massa

Continua l’allerta Covid-19 in Cina, che stavolta causa momenti di panico e caos in un negozio Ikea di Shanghai, nel distretto di Xuhui.

Il 15 agosto le autorità sanitarie cinesi avevano imposto la “chiusura lampo” del punto vendita. Al suo interno, infatti, era stato individuato un contatto stretto di un malato di Covid, un bimbo di 6 anni risultato positivo dopo un viaggio a Lhasa, in Tibet. Il vicedirettore della commissione sanitaria di Shanghai, Zhao Dandan, aveva imposto la gestione “a circuito chiuso” dell’Ikea e delle aree limitrofe per i prossimi due giorni.

Tutti i clienti presenti nella struttura avrebbero dovuto sottoporsi a due giorni di quarantena in una struttura governativa cinque giorni di sorveglianza sanitaria. Una volta trapelata la notizia della chiusura del negozio, tuttavia, è scoppiato il panico. Una folla di clienti terrorizzati si è precipitata verso le uscite della struttura per sfuggire al lockdown. Nonostante i tentativi delle guardie di chiudere le porte, la folla è riuscita a sfondare e a fuggire dall’edificio. I video della fuga precipitosa dei clienti hanno fatto il giro del web, rimbalzati sui social da tantissimi utenti.