Chi era Santa Lucia, festeggiata il 13 dicembre: tradizioni, regali, conchiglie

Chi era Santa Lucia, la cui memoria si festeggia ogni anni il 13 dicembre soprattutto in alcune città del Nord Italia?

Chi era Santa Lucia, la cui memoria si festeggia il 13 dicembre?

Chi era Santa Lucia

Lucia di Siracusa, conosciuta come Santa Lucia, è stata una martire cristiana di inizio IV secolo durante la grande persecuzione voluta dall’imperatore Diocleziano. È venerata come santa dalla Chiesa cattolica e dalla Chiesa ortodossa che ne onorano la memoria il 13 dicembre. Patrona di Siracusa e protettrice della vista, degli oculisti e dei ciechi, è la Santa della Luce, colei che illumina dopo la notte più buia dell’anno. A tal proposito alcune conchiglie che assomigliano a occhi sono chiamate “Occhi di santa Lucia”: si trovano principalmente sulle coste del Mediterraneo, in particolare a Marsiglia, in Sardegna o in Corsica.

La sera del 12, proprio per prepararsi al 13 dicembre, in alcune città d’Italia legate al culto di questa figura si prepara in ogni casa un piatto con dei biscotti e un bicchiere di vin santo per e una manciata di paglia o una carota per l’asino che deve trasportare le classiche gerle stracolme di pacchetti.

La tradizione dei regali ai bambini

Quella del 13 dicembre e di questa figura che porta i doni ai bambini è più una credenza di alcune città del Nord Italia. I bambini  a inizio dicembre, proprio come si fa con Babbo Natale, scrivono la loro letterina alla Santa con la lista dei regali. I motivi di questa tradizione sono da trovare nel passato popolare e nelle tradizioni contadine tipiche, soprattutto, di alcune città del Nord d’Italia.

Leggi anche: Perché Santa Lucia porta i regali ai bambini? La tradizione