Chi era Jean-Paul Fitoussi: biografia dell’economista morto a 79 anni

Jean-Paul Fitoussi biografia: un personaggio e un profilo di rilievo internazionale nel campo dell'economia.

Jean-Paul Fitoussi biografia: professore di stampo internazionale nel campo dell’economia. Ha girato il mondo ed è riconosciuto dalle Unveristà più importanti per le sue idee e pubblicazioni. Purtroppo si è spento a Parigi all’età di 79 anni.

Chi era Jean-Paul Fitoussi: biografia

Jean-Paul Fitoussi, classe 1942, è stato professore emerito all’Institut d’Etudes Politiques de Paris (Istituto di Studi Politici di Parigi) e a la LUISS di Roma.  Come ultimo incarico, è stato direttore di ricerca all’Observatoire Français des Conjonctures Econoniques (Osservatorio Francese per la Congiuntura Economica), istituto di ricerca economica e previsione.

Fitoussi ha ottenuto un Dottorato cum laude in Giurisprudenza ed Economia presso l’Università di Strasburgo (Francia), con una tesi su “inflazione, equilibrio e disoccupazione”.

Il Professor Fitoussi ha iniziato la sua carriera accademica come professore a contratto presso l’Università di Strasburgo. Dal 1979 al 1983 ha insegnato all’Istituto Europeo di Firenze, e nel 1984 visiting professor presso la University of California, Los Angeles. Dal 1998 il Professor Fitoussi è membro del consiglio d’amministrazione dell’Ecole Normale Supérieure (Scuola Normale Superiore).

Nel 1997 è divenuto membro del Conseil d’Analyse Economique(Consiglio per l’Analisi Economica) del Primo Ministro, mentre in 1996 è stato nominato membro della ici mettre le nom français (Commissione Economica della Nazione). Dal 2000, svolge l’incarico di Esperto presso il Parlamento Europeo, Commissione degli Affari Economici e Monetari. Dal 1990 al 1993,  Fitoussi è stato Presidente del Consiglio Economico della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo. Per quel che riguarda le attività editoriali, il Professor Fitoussi è Managing Editor della Revue et Lettre de I’OFCE, membro del Comitato Scientifico della Revue Française d’Economie, membro del Consiglio Editoriale di Labour e di The International Journal of Development Planning Literature, membro dei Comitati Scientifici della International Labour Review, e di Critique Internazionale.

Il Dott. Fitoussi ha scritto con regolarità su giornali francesi e stranieri, ed è editorialista per La Repubblica e Le Monde. Nella sua ricerca, si è concentrato sulle teorie dell’inflazione, sulla disoccupazione, sul commercio estero, e sul ruolo della politica macroeconomica. Come Presidente del OFCE, e, al suo interno, come fondatore del Gruppo di Politica Economica Internazionale (di cui è membro con Anthony Atkinson, Olivier Blanchard, John Flemmig, Edmond Malinvaud, Edmund Phelps e Robert Solow), ha fornito numerosi contributi al dibattito corrente di politica economica, in particolare sui temi dell’integrazione economica e della transizione.

Il professore. Fitoussi ha ricevuto il Premio della Association Française de Sciences Economiques, (Associazione Francese per le Scienze Economiche) e il Premio Rossi dell’Académie des Sciences Morales et Politiques (Accademia delle Scienze Morali e Politiche). Ha ricevuto diversi riconoscimenti, fra cui la Presidenza Onoraria della Facoltà di Economia di Strasburgo, la laurea Honoris Causa dall’Università di Buenos-Aires, e in patria le onorificenze di Chevalier de l’Ordre National du Mérite (Cavaliere dell’Ordine Nazionale del Merito) e Chevalier de la Legion d’Honneur (Cavaliere della Legione d’Onore).

L’economista morto a 79 anni

Il professore è morto all’età di 79 anni a Parigi. «È una brutta perdita, era un nostro professore della Luiss Guido Carli, un caro amico. Aveva contribuito a consolidare le relazioni tra Italia e Francia e aveva dato insieme a Stigliz nell’ultimo libro “Misurare ciò che conta” un’idea della complessità della società moderna». Sono le parole del presidente della Luiss, Vincenzo Boccia, che ha ricordato commosso, parlando a Unomattina, Jean-Paul Fitoussi