Chi è Leonardo Manera: personaggi e vita privata

Chi è Leonardo Manera? Il comico interpreta svariati ed esilaranti personaggi: dall'alienato che dice "Adriana, Adriana", allo chef emozionale

Leonardo Manera è un comico e cabarettista di 54 anni di molto successo. È conosciuto al grande pubblico per aver partecipato a Zelig, Zelig Circus e Zelig Off. In particolare, in tanti lo ricordano per la maestria con cui interpreta personaggi sempre diversi ed esilaranti. Ecco chi è Leonardo Manera.

Chi è Leonardo Manera: biografia e carriera

Leonardo Manera, all’anagrafe Bonetti, nasce a Salò il 20 Aprile del 1967. Fin da giovanissimo nutre grande passione per lo spettacolo, in particolare per il cabaret.

Un punto di svolta per la sua carriera si presenta nel 1996, quando il comico vince il Festival nazionale del cabaret, subito seguita dalla conquista del primo premio al Festival di Cabaret Città di Cremona.

Il cabarettista compare al cinema e recita a teatro, partecipando inoltre a numerosi spettacoli televisivi. Prende parte a Zelig,Seven Show, Colorado, Ciro, Belli dentro e Quelli che il calcio.

I personaggi di Leonardo Manera

Tra i personaggi che interpreta in scena alcuni diventano particolarmente celebri.

Ci sono il Ventriloquo Vasco a cui hanno causato “una lesione alla retina”, il mimo Mimmo, il depresso monocorde che invia “Un saluto festoso a tutti“.

Ma anche l’alienato che ripete ossessivamente “Adriana … Adriana, Sprecacenere Donato, un ragazzo analfabeta che scrive alla sua ex fidanzata, o Peter, parodia del ragazzo della provincia bresciana. Sul palco di Zelig interpreta anche Petrektek, insieme a Claudia Peoni che impersona Kripztak, rivisitando in chiave satirica il cinema polacco.

La vita privata del comico

La vita privata di Leonardo Manera è tenuta lontana dai riflettori. Si sa, però, che il comico ha una compagna di nome Ilaria, dalla quale ha avuto il figlio Beniamino, nato nel 2009.

Lo chef emozionale

Il cabarettista interpreta svariati personaggi, tra cui Bernanrdo Ferruccio, lo chef emozionale. Un cuoco, vale a dire, che “usa le emozioni come ingredienti“.