Che cos’è il nuovo missile balistico di Mosca

Vladimir Putin ha testato il nuovo missile russo Sarmat che va a sostituire Satana. La nuova arma potrebbe arrivare a colpire anche gli Usa

La guerra tra Russia e Ucraina continua e una nuova potentissima arma potrebbe essere usata a breve dalla Russia. Lo ha annunciato il presidente russo Vladimir Putin, che ha parlato di avere a disposizione un nuovo missile.

Che cos’è il nuovo missile balistico di Mosca

Vladimir Putin e la Russia avrebbero a disposizione un nuovo missile balistico intercontinentale Sarmat che sarebbe in grado di abbattere “qualsiasi sistema di difesa”.

Testato già dal Cremlino nella sua efficacia il missile balistico, secondo quando dichiarato dal presidente russo e ripreso dall’Agi, avrebbe, “le qualità tattiche e tecniche più elevate ed è in grado di eludere qualsiasi sistema di difesa antimissile. Farà riflettere coloro che stanno minacciando la Russia”.  Secondo il ministero della Difesa di Mosca, il missile è capace di “penetrare ogni sistema di difesa esistente o futura” e questo nuovo missile Sarmat andrebbe a sostituire il precedente Satana.

Nuovo missile russo: il lancio del test

Per quanto riguarda questa nuova arma, il test di lancio è stato effettuato dalla base di Plesetsk, 800 chilometri a nord di Mosca, e il missile ha sorvolato gran parte dello sterminato territorio russo per colpire il poligono di Kura, nella regione della Kamchatka, nell’Estremo Oriente. Secondo quanti riferito, inoltre, il missile è già in grado di colpire un obiettivo in Europa, ma potrebbe arrivare a colpire anche negli Stati Uniti.

Probabilmente per questo motivo, c’è già chi ha ribattezzato il nuovo missile russo “Satana II”.

Leggi anche: Russia, cos’è il missile ipersonico di Putin e cosa rischia l’Europa