Andreea Alice Rabciuc, chi è la campionessa di tiro a segno scomparsa ad Ancona

Chi è Andreea Alice Rabciuc, campionessa di tiro a segno 27enne scomparsa nel nulla ad Ancona. La madre: "Dove sei amore mio?".

Chi è Andreea Alice Rabciuc, campionessa di tiro a segno scomparsa ad Ancona il 12 marzo. La 27enne di origini romene si è allontanata da una festa in un casolare prima di svanire nel nulla. Secondo gli inquirenti, potrebbe essere lei il misterioso cadavere ritrovato nel Po.

Andreea Alice Rabciuc, chi è la campionessa di tiro a segno scomparsa

Dallo scorso 12 marzo si sono perse le tracce di Andreea Alice Rabciuc, 27enne di origini rumene residente a Jesi, in provincia di Ancona.

Lavorava come barista all’irish pub Oscar Wilde ed era campionessa di tiro a segno prima di svanire nel nulla. Andreea Rabciuc era solita indossare abiti dai colori sgargianti e originali, aveva i capelli castani tinti di blu e molti piercing e tatuaggi. È stata vista l’ultima volta ad una festa con i suoi amici, in un casolare in un casolare di Castelplanio sulla strada che conduce a Montecarotto. Al momento della scomparsa, indossava un giubbotto bianco, una felpa grigia e dei jeans con stampe di Tom & Jerry, degli scarponcini neri e uno zaino vere fluo.

La scomparsa di Andreea Alice Rabciuc e il feroce litigio con il fidanzato

La 27enne ha lasciato la festa dopo un brutto litigio con il suo fidanzato, Simone, che secondo le testimonianze degli amici, l’ha insultata e si è tenuto il suo cellulare“Lei voleva andare via ed è andata a piedi verso giù, verso Moie. Lui la insultava con brutte parole lei zitta, non gli rispondeva. Voleva andarsene. Lui non voleva darle il telefono le diceva: ‘Chiamo il compagno di tua madre’”.

A quel punto, Andreea decide di allontanarsi da sola dal casolare, come confermato anche a Chi l’ha visto“Se n’è andata incamminandosi lungo la Provinciale Montecarottese. Verso il bivio verso Castelbellino stazione. Era sabato 12 marzo, mattina”. Da allora nessuno l’ha più vista. Secondo le testimonianze degli amici alla festa, Simone ha tenuto il telefono della ragazza: “Il telefono così è rimasto in mano a lui che poi se n’è andato in auto verso la Provinciale.

L’ho rivisto La domenica pomeriggio e aveva ancora il telefono di lei”. Simone avrebbe restituito il cellulare alla madre di Andreea solo la domenica pomeriggio, mostrandosi molto sorpreso della sparizione della fidanzata.

L’incontro con l’ex e il post su Facebook del fidanzato: “Addio per sempre”

Negli ultimi giorni Andreea si era rivista con il suo ex ragazzo, Daniele, al quale aveva detto di voler cambiare vita e di voler entrare in comunità.

I due avevano pianificato di rivedersi il giorno dopo della scomparsa della ragazza. “Sto collaborando con i carabinieri” ha dichiarato Daniele. Forse anche questi incontri i motivi dell’astio tra Andreea e il suo fidanzato Simone. Proprio lui è finito al centro delle indagini e della gogna mediatica per un rancoroso post su Facebook risalente ad alcuni giorni prima della scomparsa della 27enne. Si pensava infatti che il post, carico di insulti e chiuso con un inquietante “Addio per sempre” in rumeno, fosse rivolto proprio ad Andreea.

Simone smentisce tutto: “Vecchio post, lei non c’entra. E’ una cazzata da Facebook, soltanto un post in risposta ad una cosa che aveva scritto lei dopo l’ennesima litigata. Litigavamo spesso, un giorno si e un giorno no, poi lei tornava sempre”.

La madre disperata: “Amore mio, dove sei? Aiutatemi a trovare mia figlia”

La famiglia ha lanciato appelli disperati in cerca di informazioni su Andreea, mentre gli inquirenti continuano imperterriti nelle ricerche.

La madre della ragazza, Georgeta Croceanu, ha condiviso un ennesimo messaggio, rivolgendosi direttamente a sua figlia: “Andri, amore mio, sono passati troppi giorni, dove sei? Qualsiasi cosa sia accaduta sappi che insieme possiamo risolverla. Mi manchi tanto, non vedo l’ora di riabbracciarti e di condividere le giornate e i bei momenti insieme a te. Ti amo tanto, amore di mamma, sto soffrendo troppo. Per favore aiutatemi a trovare mia figlia”.