Live

Zoom fa +500% in un anno e pensa agli eventi

I piani per il post-pandemia di Zoom, tra eventi e nuovi orizzonti.

Quando avete sentito parlare per la prima volta di Zoom? È molto probabile che sia stato di recente, a partire dallo scorso marzo. Eppure il servizio, fondato da Eric Yuan, già executive di Cisco, esiste dal 2011 e nel 2017, in tempi non sospetti e pre-pandemici, aveva già raggiunto lo stadio di “unicorn”, quotandosi in borsa con una valutazione da un miliardo di dollari.   Il 2020, però, è stato l’anno della svolta, con una crescita eccezionale: lo scorso giugno ha registrato entrare per 328 milioni di dollari nel trimestre primaverile, più del doppio di quanto aveva guadagnato lo scorso anno.

La pandemia, però, prima o poi finirà, e Zoom non vuole scoppiare in una bolla. Per questo ha presentato OnZoom, un ambizioso progetto per creare, gestire e monetizzare eventi virtuali di ogni tipo – dall’intrattenimento ai corsi, dal pilates alle mostre d’arte.  

Dateci un’occhiata: potrebbe tornarvi utile nel futuro.