Economy Ma che sorpresa, l'Italia è un paese "complesso"

Ma che sorpresa, l’Italia è un paese “complesso”

Secondo l’edizione 2020 del Global Business Complexity Index stilato dalla società di consulenza TMF Group, l’Italia è l’undicesimo paese in Europa per quanto riguarda la complessità del business, e il 36esimo nel mondo. La ricerca riguardava 77 giurisdizioni e aveva l’obiettivo di individuare i Paesi più “employer friendly”, quelli insomma dove un imprenditore ha minori difficoltà a fare impresa. Di conseguenza, l’indice va letto al contrario: le prime posizioni sono riservate ai più “complessi”, mentre più si scende meno burocrazia c’è. Il podio è occupato da Indonesia, Brasile e Argentina, mentre la posizione più alta tra le europee è riservata a Grecia (quinta) e Francia (dodicesima). Nell’Index del 2019, l’Italia era al 24esimo posto, quindi il trend sembra positivo: particolarmente apprezzate le norme che “permettono alle aziende di correggere volontariamente alcuni errori nei loro bilanci senza essere multati”. E i paesi meno complessi? Gli ultimissimi posti contengono qualche sorpresa, e vanno a Giamaica, Stati Uniti d’America e Curaçao.   A meritarsi il titolo di “più complessa” all’Indonesia, secondo il report, è la Negative Investment List, che limita la percentuale di proprietà straniere permessa in ciascun settore industriale, associata alla presenza di 22 settori, divisi a loro volta in più di 200 sottosettori. All’estremo opposto troviamo l’ultima posizione del Curaçao, parte del Regno dei Paesi Bassi (a loro volta messi molto bene in termine di bassa complessità) e caratterizzato da un notevole laissez fare per aziende di qualunque nazionalità.

A ottenere il titolo di paese “più complesso” è l’Indonesia, a causa della sua Negative Investment List, che limita la percentuale di proprietà straniere permessa in ciascun settore industriale. La burocrazia locale non aiuta, visto che ci sono in tutto 22 settori, divisi a loro volta in più di 200 sottosettori. All’estremo opposto troviamo l’ultima posizione del Curaçao, parte del Regno dei Paesi Bassi (a loro volta messi molto bene in termine di bassa complessità) e caratterizzato da un notevole laissez fare per aziende di qualunque nazionalità.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Più articoli dello stesso autore

Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs

Nicole Daza è la compagna di Marcell Jacobs. I due insieme hanno già avuto due figli. Ecco il messaggio di Nicole prima della gara di Jacobs

Vanessa Ferrari medaglia d’argento alle Olimpiadi Tokyo 2021! Vittoria storica per l’Italia nella finale corpo libero

Vanessa Ferrari medaglia d'argento nel corpo libero alle Olimpiadi di Tokyo 2021. Ha gareggiato lunedì 2 agosto a partire dalle 10:57 ora italiana. L'atleta...

Tamberi e la mezza barba alle Olimpiadi di Tokyo 2021

La mezza barba di Tamberi ha fatto più discutere della sua medaglia d'oro. Gianmarco Tamberi ha portato a casa un fantastico oro nel salto in alto con la misura di 2.37 ex aequo con l’atleta del Qatar Barshim.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Varie ed eventuali su Just Eat, quote rosa e Olimpiadi invernali Milano-Cortina

Bergamo e Brescia depongono l'ascia di guerra mentre avanzato le quote rosa nell'industria alimentare Rondanini. E Just Eat...

Be cresce: valore di produzione oltre i 106 milioni (+27,8% sul 2020)

"Produzione oltre i 106 €/mln con un +27,8%, +35% sull’EBITDA Y/Y e +58,1% sull’EBT Y/Y. Sono risultati importanti derivanti sia da una...

La Cassazione sul diritto al rimborso degli oneri fideiussori sostenuti dai contribuenti per l’ottenimento dei rimborsi IVA “accelerati”

La Cassazione ha precisato gli aspetti legati ai termini per poter richiedere il rimborso degli oneri fideiussori

Rai, c’è un nuovo “caso Report”. Anche Helbiz vuole conoscere le fonti anonime di Sigfrido Ranucci

Dopo la puntata di Report "Il mago di Helbiz", anche il colosso dei monopattini elettrici vuole conoscere le fonti anonime di Sigfrido Ranucci. Ha presentato una richiesta di accesso agli atti al Comune di Milano

Pnrr e criminalità organizzata, così le mafie puntano ad appalti e green economy

Grandi opere, infrastrutture digitali, rischio idrogeologico, green economy: il pnrr è in arrivo, ma va difeso dagli appetiti