Economy La danza del governo attorno allo smart working

La danza del governo attorno allo smart working

Tanti avverbi, poche parole chiare. E nessun obbligo. Così c’è chi riesce a lavorare da casa, e chi invece potrebbe lavorare da casa ma non glielo lasciano fare. E lo obbligano a salire su autobus e tram tagliati al 50 per cento della capienza“Fortemente consigliato”, anzi “vivamente”, anzi “caldamente”. Di Dpcm in dpcm il governo continua la danza attorno allo smart working (o telelavoro, come si diceva un tempo) senza però decidere granché. La pratica viene incentivata e decantata ma manca l’azione, la messa in nero su bianco, l’obbligo nei confronti di imprenditori e lavoratori.

Le conseguenze si vedono nel traffico su ruota – alto, nonostante tutto – e sui mezzi pubblici, quest’ultimi decurtati e tagliati prima al 75% e poi al 50%, che rimangono comunque potenziali hotspot virali. I lavoratori si ritrovano quindi in un paradosso: devono andare al lavoro perché il capo lo impone, ma ci sono sempre meno mezzi per farlo perché si dovrebbe stare a casa. È il lavoratore di Schrödinger, che come il gatto della fisica quantistica occupa due stati allo stesso momento: potrebbe lavorare in sede oppure da casa, allo stesso tempo, dipende dall’avverbio usato dal premier Conte nelle sue dirette. Un giorno, però, toccherà decidersi.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Più articoli dello stesso autore

Make America Work Again. Il piano shock di Biden sul lavoro in Usa

Sleepy Joe ha deciso di scommettere il tutto per tutto nei suoi primi 100 giorni: l' American Jobs Plan è il secondo colpo che l’amministrazione ha sparato nel giro di due mesi

Plastic tax, l’eterno rinvio della tassa che tuti odiano

Plastic tax rinviata a gennaio 2022? Secondo la bozza del nuovo decreto sostegni sì, ma si attende l'ufficialità. Federazione gomma plastica e Coldiretti si oppongono alla misura

Leonardo Spa: società, azionisti, progetti e risultati

Leonardo Spa è un'azienda italiana fondata nel 1948 che opera nel campo della difesa, dell'aerospazio e della sicurezza e offre soluzioni a governi,...

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Make America Work Again. Il piano shock di Biden sul lavoro in Usa

Sleepy Joe ha deciso di scommettere il tutto per tutto nei suoi primi 100 giorni: l' American Jobs Plan è il secondo colpo che l’amministrazione ha sparato nel giro di due mesi

Plastic tax, l’eterno rinvio della tassa che tuti odiano

Plastic tax rinviata a gennaio 2022? Secondo la bozza del nuovo decreto sostegni sì, ma si attende l'ufficialità. Federazione gomma plastica e Coldiretti si oppongono alla misura

Reinventing Cities: pasticcio su Ferrovienord. Vince Hines ma il Nodo Bovisa è a rischio

L'offerta di Hines vince su Bovisa con 35 milioni per le aree. Ma c'è una sede di Ferrovienord che da sola costa 60 milioni di euro e non è prevista dal bando. Chi la paga? Ora la gara di Reinventing Cities rischia lo stallo. Manca una firma e il peso è tutto sulle spalle del dirigente di Palazzo Marino, Marino Bottini

Come sarà la riforma dell’Irpef di Draghi?

Tra gli obiettivi del PNRR c’è una profonda riforma fiscale principalmente attraverso una revisione dell’IRPEF. Che cosa ha in mente Draghi?

FS, Cdp, Camera di Commercio: che affari per David Casalini, re delle startup consulente della Pisano

David Casalini, fondatore e amministratore delegato di StartupItalia, è stato consulente della Pisano. Ma anche adesso che al ministero c'è Colao...