Economy Cdp in via San Marco a Milano, ecco il contratto d'affitto segreto...

Cdp in via San Marco a Milano, ecco il contratto d’affitto segreto (e vantaggioso) con Blackstone

Non meraviglia la risposta di Cassa Depositi e Prestiti a True-News rispetto al contratto d’affitto con Blackstone per la sede di via San Marco a Milano acquisita dal fondo americano durante la partita che li ha portati in casa con Urbano Cairo e Rcs: su questo siamo “come dei privati”, non c’è obbligo di rendere pubblici gli accordi. La stampa di settore ha parlato nel 2017 di quasi 4 milioni di euro l’anno ma la cifra non viene confermata da Cassa. Un peccato. Perché via Goito ha strappato un accordo molto più favorevole di quello contestato dal numero uno del Corriere della Sera e dei suoi avvocati, arrivati a parlare di usura e anatocismo da parte di Blackstone che prima ha acquistato il palazzo di via Solferino, sottovalutato con il consenso del vecchio azionariato RCS, per poi riaffittare al gruppo editoriale.

Sede di via San Marco, il contratto vantaggioso di Cdp con Blackstone

Da quanto apprende True-News da fonti qualificate, Cdp ha firmato invece un contratto per la sede di via San Marco della durata di 6 anni con cifre significativamente al di sotto dei valori di mercato. Motivo? Proprio quello di evitare le polemiche. Il contratto prevede un adeguamento ai canoni di locazione del mercato a partire dal settimo anno in poi. Nella “testa” del braccio finanziario del Tesoro ci si immaginava al momento della firma che nel frattempo si sarebbe ristrutturato un immobile pubblico dove trasferire gli uffici in un asset di proprietà del demanio. Se ciò non dovesse avvenire le alternative sono solo due: pagare dal settimo anno un canone di mercato; spostarsi altrove al primo break al sesto anno, ma senza penale.

Contratto Cdp-Blackstone in via San Marco: nulla di misterioso, sono solo “affari”

Nulla di misterioso, quindi, o da tenere sotto riserbo. Sono affari. E negli affari capita di siglare dei non-disclosure-agreement (Nda), accordi di non divulgazione. Sono utilizzati dagli operatori per non esporsi alle ricerche di mercato specifiche ed evitare di perdere spazio di negoziazione futuro durante le trattative facendo a sapere al mondo intero quanto è lungo il cordone della borsa. Per le società di investimento c’è poi una spiegazione logica nel non voler far trapelare le cifre. Non perché ci sia del “marcio” ma perché magari i valori di mercato non sono così positivi e potrebbero influire negativamente sul Net Asset Value (Nav), lo strumento, lo strumento con cui valutare il rendimento azionario. Un esempio legato al settore immobiliare? Molti operatori aderenti all’Epra (European Public Real Estate Association) gonfiano il Nav con questa modalità. In Austria gli analisti si lamentano di Nav pompatissimi, mentre il mercato di Vienna e Innsbruck controintuitivamente cresce meno. Tutto legale se un operatore “vendi” se stesso e la sua crescita agli azionisi al 5-6% e poi lentamente vengono pubblicati dati e microdati non aggregati che influenza il rendimento, il cosiddetto “selling point” diventa meno credibile.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Comunali 2021, è ufficiale: si vota il 3 e 4 ottobre. Ballottaggi il 17 e 18 ottobre

La ministra dell'interno Luciana Lamorgese ha firmato il decreto: per le comunali si voterà il 3 e 4 ottobre (il 17-18 ottobre i ballottaggi)

Le sedi delle prossime olimpiadi? Ecco quali città le ospiteranno (e chi sta pensando di candidarsi)

La sede delle prossime Olimpiadi del 2032 sarà Brisbane, unica città candidata. I Giochi torneranno in Australia a distanza di 32 anni da Sydney 2000.

Ius soli sportivo: cos’è e come funziona lo strumento richiesto dal Coni

Lo Ius soli sportivo prevede la possibilità che giovani stranieri partecipino a competizioni per squadre italiane ma non permette di ottenere la cittadinanza escludendoli dalle convocazioni della Nazionale.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Varie ed eventuali su Just Eat, quote rosa e Olimpiadi invernali Milano-Cortina

Bergamo e Brescia depongono l'ascia di guerra mentre avanzato le quote rosa nell'industria alimentare Rondanini. E Just Eat...

Be cresce: valore di produzione oltre i 106 milioni (+27,8% sul 2020)

"Produzione oltre i 106 €/mln con un +27,8%, +35% sull’EBITDA Y/Y e +58,1% sull’EBT Y/Y. Sono risultati importanti derivanti sia da una...

La Cassazione sul diritto al rimborso degli oneri fideiussori sostenuti dai contribuenti per l’ottenimento dei rimborsi IVA “accelerati”

La Cassazione ha precisato gli aspetti legati ai termini per poter richiedere il rimborso degli oneri fideiussori

Rai, c’è un nuovo “caso Report”. Anche Helbiz vuole conoscere le fonti anonime di Sigfrido Ranucci

Dopo la puntata di Report "Il mago di Helbiz", anche il colosso dei monopattini elettrici vuole conoscere le fonti anonime di Sigfrido Ranucci. Ha presentato una richiesta di accesso agli atti al Comune di Milano

Pnrr e criminalità organizzata, così le mafie puntano ad appalti e green economy

Grandi opere, infrastrutture digitali, rischio idrogeologico, green economy: il pnrr è in arrivo, ma va difeso dagli appetiti