Economy Dite addio all'orario fisso, negli Usa se lo sono già scordato

Dite addio all’orario fisso, negli Usa se lo sono già scordato

Ve lo ricordate il “9 to 5”, il “vecchio” lavoro fatto di orari fissi e sacrosanti? Quei due numeri, 9 e 5 rappresentavano i confini tra la vita professionale e tutto il resto: dalle nove di mattino alle cinque del pomeriggio, otto ore di lavoro, un confine chiaro oltre il quale c’era la vita personale di ciascuno.

Un modello lavorativo che risulta alieno a sempre più persone, e non solo a causa della pandemia: è vero, il Covid ha stravolto ogni regola e consuetudine, ma fenomeni come il precariato e la gig economy esistevano da tempo. Il virus ha solo velocizzato tutto. Quello che è in corso, infatti, è un radicale ripensamento dei luoghi e dei tempi del lavoro, un cambiamento che interessa ciascuno di noi – e che preoccupa e interessa molte grandi aziende.

La scelta di Salesforce

Salesforce, per esempio, è una società statunitense di servizi via cloud, che ha annunciato questa settimana di voler abbandonare il sistema 9 to 5, spiegando che “non ha più senso aspettarsi che i lavoratori abbiano turni da otto ore”. Ciascuno di loro potrà quindi costruirsi il proprio orario, per poi comunicarlo all’azienda. Quanto al ritorno in ufficio, sono previsti tre modalità di rientro e di lavoro in presenza, più o meno soft, dalle quali si potrà scegliere.

Nel comunicato con cui l’azienda ha annunciato questa riforma interna si legge: “Che tu abbia un team globale da gestire su diversi fusi orari, un ruolo di progetto che diventa più o meno impegnativo a seconda della stagione, o semplicemente che tu debba bilanciare impegni professionali e personali nel corso della giornata, i dipendenti hanno bisogno di flessibilità per avere successo”. Una decisione con cui Salesforce entra a fare parte del gruppo di corporation che hanno abbracciato lo smart working in via definitiva, tra cui anche Facebook e Microsoft.

“5 to 9”

La fine dell’orario fisso e della vita d’ufficio è stata in qualche modo “celebrata” anche durante uno sport nell’intervallo dell’ultimo Super Bowl, tenutosi lo scorso fine settimana a Tampa, in Florida. Tra i tanti spot trasmessi nel conteso blocco pubblicitario della trasmissione c’è stato quello di Squarespace, azienda per la creazione di siti personali, che ha chiesto a Dolly Parton di cantare la propria hit del 1980, “9 to 5”, cambiandola però in “5 to 9”. L’obiettivo? Celebrare tutti quelli che hanno un “side hustle”, ovvero un progetto personale parallelo che, chissà, un giorno potrebbe diventare la loro principale fonte di reddito, ma che per ora devono portare avanti nel dopolavoro.

Se non vi fidate di Salesforce, quindi, ci pensa il Super Bowl a ripeterlo: l’orario fisso ha le ore contate, e il mondo del lavoro non sarà più lo stesso.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Più articoli dello stesso autore

Forza Italia a Milano, ecco la lista dei candidati: dentro Vedani e Bestetti. Santa Maria all’Urbanistica in caso di vittoria. Rumors

Milano, ecco la lista dei candidati di Forza Italia. E c'è attesa per il nome del candidato sindaco del centrodestra

Verona, il sindaco Federico Sboarina dalla Lega a Fratelli d’Italia. Tensioni nel Carroccio

Dopo l'addio del sindaco di Verona Federico Sboarina, direzione Giorgia Meloni, nella Lega salgono le tensioni. Si attende il nome per Milano

Dopo la terza ondata Covid le nostre città sono sicure? Nuova puntata di “The True Show” – VIDEO

Dopo la terza ondata Covid si riparte. Ma ci sono stati anche molti casi di violenza. Le nostre città sono sicure? Guarda “The True Show”

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Festival dell’Economia di Trento, Tito Boeri “sacrifica” gli economisti e l’evento diventa un flop

Il primo Festival dell'Economia di Trento post-Covid è un flop con poche riflessioni di sostanza. Pochi gli economisti, tanti i giornalisti

Recovery Plan, quali parole ricorrono nel documento? Vincono “Resilienza” e “digitale”, bye bye per “stipendio” e “abitare”

Le parole più citate nel documento del Recovery Plan? "Resilienza" e "digitale". Maglia nera per "stipendio" e "abitare"

Varie ed eventuali sull’evoluzione dell’economia

da Webuild a Flavio Briatore passando per la cybersicurezza: notizie in pillole sull'evoluzione dell'economia

Il G7 2021 in Cornovaglia partorisce la “global minimum tax”: ecco le basi per l’accordo

Tassa minima del 15%, applicata Paese per Paese, non più vincolata al domicilio fiscale di una multinazionale. Se ne è parlato al G7 2021

La tassa patrimoniale è una misura poco italiana: in 100 anni applicata solo 6 volte

La tassa patrimoniale in Italia? Approvata solo in emergenza. Lo dimostra che in 100 anni è stata applicata soltanto sei volte. Ma da chi?