La vittima Montesano

Tutto quello che non torna sul caso Enrico Montesano. L'attore è svalvolato ma la trasmissione sembra cercare a tutti i costi il caso

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su Enrico Montesano. Il popolare attore, per la verità un po’ svalvolato da un pezzo (basta andarsi a riguardare le dichiarazioni durante il Covid) si mette una maglietta con un motto della X Mas. Che cosa è la X Mas? Era una formazione militare indipendente che fiancheggiò i tedeschi nazisti nel massacrare i partigiani. Selvaggia Lucarelli la nota e quindi fa buttar fuori Enrico Montesano dalla competizione.

La Lucarelli dice anche che non è colpa dello staff della trasmissione che non si è accorto che lui stava girando con una maglietta che ricordava dei fiancheggiatori dei nazisti.

Cosa non torna del caso Montesano

E qui, andiamo a fare chiarezza. Primo: prendiamo per buona la fede dello staff di Ballando con le Stelle e diciamo che non se ne sono accorti. Segno che evidentemente quella maglietta semplicemente non rappresenta più nessuna apologia del fascismo perché nessuno la vede più come tale.

Il tempo fa scordare le cose e l’ignoranza pure. E’ accettabile? No. Ma se non se ne è accorto lo staff immagino che neppure a casa qualcuno abbia mossa un sopracciglio. Eppure io non penso che lo staff non sapesse niente né che non si fosse accorto di nulla.

E da qui arriva il secondo punto: se inviti il compagno di Selvaggia Lucarelli a ballare, e quindi se la metti in evidente conflitto di interessi, nel quale si deve barcamenare, è ovvio che vuoi che qualcuno la accusi di quel conflitto di interessi e la polemica che ne deriva.

Insomma: gli autori della trasmissione sanno perfettamente come creare casi. Questo per dire che se inviti Montesano, che come ho detto ha fatto dichiarazioni un po’ svalvolate negli ultimi mesi, non solo metti in conto, ma direi proprio che ti aspetti che faccia qualcosa di bizzarro.

Il marketing del programma

E guarda un po’, effettivamente fa qualcosa di bizzarro. Strano eh? Poi che fai? Lo butti fuori perché quella cosa bizzarra è effettivamente anche offensiva per quello che vuole dire e per la storia.

Chi lo accusa, ovvero la Lucarelli, ne determina l’esclusione ma non l’esclusione – ovvero il licenziamento – dello staff che ha preso e montato tutte le immagini senza fare un plissè. Ovviamente: sapevano tutto, tutti quanti, e l’intera operazione serve al marketing del programma – che non a caso fa share su share su share.