Sports La vendetta dell'ex (e del suo procuratore)

La vendetta dell’ex (e del suo procuratore)

C’erano un volta i calciatori, soprattutto gli “ex-calciatori”. Quelli che erano più giocatori che personaggi. Quelli che ti davano il numero di telefono e che, se li chiamavi nei tempi e nei modi dovuti, ti rispondevano. Uomini gentili e disponibili. E così era facile avere interviste, opinioni, analisi. Tutto facile, tutto gratis frutto di rapporti e contatti diretti cresciuti negli anni. Poi è arrivato il “diritto d’immagine”, il procuratore diventato vero padre padrone del giocatore, anche da ex, e l’agente che le pensa tutte pur di spremere un euro da qualsiasi cosa. Con tanto di tariffario per la comparsata televisiva, il video social, persino l’intervista. E stiamo parlando di miliardari, super benestanti, che sembrano però non essere mai sazi.
Come quel Campione del Mondo 2006 che da qualche tempo a questa parte invece che rispondere come faceva prima al telefono ha lasciato la sua consueta disponibilità nelle mani dell’agenzia di talent di turno a cui bisogna far riferimento per ogni cosa, in nome del 10%. Eppure il nostro dovrebbe avere tutt’altro atteggiamento visto che ora è di fatto fuori da qualsiasi giro che conta. Niente Tv, nessuna attività social, persino i suoi tentativi di costruirsi una carriera da allenatore si sono bloccati in fretta, tra un fallimento e l’altro. Così oggi si trova a fare più o meno il testimonial di cose federali e non solo, mentre gestisce il suo circolo di padel. Speriamo, almeno quello, senza avere agenti inutili tra le scatole.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Allegri in pole per la panchina del Real (e Zidane alla Juve?)

L'ex tecnico di Milan e Juventus se la gioca con la bandiera di Madrid Raul Gonzalez Blanco. E intanto Allegri studia lo spagnolo con la compagna Ambra Angiolini

Salute Berlusconi, gli effetti del “long Covid”: ecco come sta

Girano voci contrastanti riguardo la salute di Berlusconi: il Presidente di Forza Italia è stato di nuovo ricoverato in ospedale per qualche...

Il giudice del “caso Salvini” che manda in tilt buonisti, sovranisti e pasdaran del lockdown

Nunzio Sarpietro assolve Salvini dal sequestro di persona per nave Gregoretti. Il leader della Lega esulta: “Un giudice che studia”. Ma è lo stesso che ha tolto l'associazione a delinquere alla ong Proactiva Open Arms ed è stato beccato a pranzo al ristorante durante il lockdown

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Allegri in pole per la panchina del Real (e Zidane alla Juve?)

L'ex tecnico di Milan e Juventus se la gioca con la bandiera di Madrid Raul Gonzalez Blanco. E intanto Allegri studia lo spagnolo con la compagna Ambra Angiolini

Quanto costano i calciatori al minuto: Dimarco e Young

Federico Dimarco (Verona) e Ashley Young (Inter), tra ingaggio e tempo giocato: quando costano al minuto questi calciatori?

Olimpia Milano, più che un trionfo è il minimo sindacale

Tutti pazzi per l'Olimpia Milano, tornata alle Final Four di Eurolega dopo 29 anni. Ma attenzione a festeggiare per il "trionfo"

I 50 mila del calcio femminile

Nessuno conferma e nessuno al momento parla di cifre ufficiali, ma tra gli addetti ai lavori girano cifre che sanno tanto di reale...

Juventus verso la rifondazione, tra addii e nuovi arrivi. Rumors

La Juventus è diventata una polveriera: tutti contro tutti all'insegna del si salvi chi può. Ecco chi si prepara all'addio e chi è arriva...