Preparatevi all’ultimo trasformismo pentastellato

Il peggio deve venire, e avverrà sui territori. Nei consigli regionali, nei comuni. Tenete d'occhio i movimenti, che saranno tutti uguali, stereotipati, fotocopiati

Preparatevi perché lo schifo arriverà adesso. Pensavamo di aver visto tutto. Abbiamo visto il Movimento 5 Stelle urlare contro la corruzione, fare battaglie per la legalità. Li abbiamo visti dire della scatoletta di tonno, Roberto Fico andare alla prima seduta della Camera da presidente con l’autobus. Poi però, qualcosa è cambiato, e si sono accomodati sulle auto blu, hanno iniziato ad aver problemi nella rendicontazione: tradotto hanno iniziato a non dare più il proprio lauto stipendio alla collettività, così come si vantavano di fare.

E’ venuto fuori che no, non erano quelli trasparenti e puri, ma anzi erano al soldo di questo e di quello, e in particolare dell’armatore Onorato. E chissà di quanti altri, visto che è lecito usare con loro il metodo che loro hanno usato. Si sono dimostrati voraci esattamente come tutti, niente di meno niente di più. Si sono dimostrati attaccati alla poltrona come tutti gli altri.

Politicamente avevano detto che volevano governare da soli.

Poi però hanno governato con tutti. Con Salvini contro i pidioti. Con il Pd contro i leghisti. Con il Pd e i leghisti e pure Forza Italia. Schifavano questo e quello, e hanno governato con tutti. Ma il peggio deve venire, e avverrà sui territori. Nei consigli regionali, nei comuni. Laddove ci sarà un posto. Perché quello che avverrà – e noi su True-News.it lo racconteremo presto con numeri alla mano – è che i partiti tutti perderanno parlamentari visto il taglio, tranne Fratelli d’Italia.

Ma il Movimento 5 Stelle di fatto sparirà. Addio. Addio completamente al Nord, avrà una rappresentanza al sud, grazie al reddito di cittadinanza e poco più. Però non spariranno le centinaia di personcine voraci che hanno mangiato fino ad oggi, catapultate nella bellezza della Città Eterna e dei suoi comodi palazzi da esistenze assai più modeste, in origine.

Ecco, quelle personcine voraci oggi affollano non solo il parlamento, ma anche e soprattutto i consigli regionali, altri posti comodi.

E sono pronte a fare accordi. Ogni mese che passa verso la fine della legislatura, e delle consigliature regionali, è un mese buono per trasferirsi. Tenete d’occhio i movimenti, che saranno tutti uguali, stereotipati, fotocopiati: prima passeranno al gruppo Misto, e dopo qualche tempo là a decantare finiranno dritti dritti con chi li prende. Nuove formazioni, più che altro, fatte di riciclati. Una fine degna per un percorso inglorioso.