Politics Mirko Mazzali dice addio alla politica milanese: "Giusto fermarsi"

Mirko Mazzali dice addio alla politica milanese: “Giusto fermarsi”

di Sara Passarin

Si ritira dalla politica locale, almeno per adesso, l’avvocato Mirko Mazzali. Ha deciso di non ricandidarsi alle comunali del 2021 dopo dieci anni nelle istituzioni milanesi. Entrato nel 2011 in consiglio comunale con SEL, si candidò con la lista “Sinistra X Milano” come consigliere del Municipio 1 nel 2016. Eletto, fu poi votato presidente del consiglio municipale. Negli ultimi cinque anni è stato il delegato alle periferie di Beppe Sala. “Non mi ricandiderò alle prossime elezioni, servono idee nuove – ha annunciato tramite un post su Facebook – e dopo due mandati è giusto fermarsi. Ho un lavoro che mi piace e ad agosto compio 60 anni. Starò di più con le gattine e le persone a me care”. Bolognese d’origine e milanese d’adozione, ha iniziato a fare politica da adolescente. Nella sua carriera istituzionale si è distinto come “avvocato dei centri sociali”, soprannome che non apprezza troppo ma descrive un pezzo della sua carriera da legale. “Ho iniziato a fare politica che avevo 15 anni a Parma – si legge infatti nel post – e da allora con alti e bassi me ne sono sempre interessato. Sono stati 10 anni molto duri, conciliare lavoro e politica attiva è difficile. Ma è una esperienza che rifarei, perché ho visto come funziona la macchina di un comune. Ho capito le difficoltà dell’amministrare e qualcosa nel mio piccolo ho contribuito a fare”. Di certo per Mazzali l’attuale situazione politica è “deprimente”. Considera l’attuale parlamento “uno dei peggiori del dopoguerra” e mostra delusione alla vista di “partiti che si scindono, forze politiche che implodono, facce che non cambiano”.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Temptation Island, ultima puntata: come vederla, chi sono i finalisti, anticipazioni

Martedì 27 luglio andrà in onda in prima serata l'ultima puntata di Temptation Island. Come vederla, chi sono i finalisti e le anticipazioni.

Sfruttamento di manodopera straniera nell’azienda Grafica Veneta

Sfruttamento di manodopera straniera nell'azienda Grafica Veneta di Trebaseleghe in provincia di Padova nel Veneto. 11 gli arrestati

Cos’è il semestre bianco e perché è importante

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sta per entrare nel suo "semestre bianco". Ma cos'è e perché è importante?

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Cuba e Haiti, Venezuela e Colombia: l’America Latina in fiamme. L’estate rovente tra crisi e fermento sociale

Nei paesi del Sud America come Argentina, Cuba, Haiti, Venezuela e Colombia la crisi non si placa. E c'è il rebus Usa-Biden

Csm e magistratura, il pm Paolo Storari paga per tutti. Ma la vera storia è quella del “cesto di mele marce” di Di Pietro

Mario Chiesa diceva a Di Pietro: io sono la mela marcia? Ora le racconto il resto del cestino. Un'immagine perfetta di cosa sta accadendo in Procura a Milano e fra le toghe di mezza Italia

Inchiesta appalti negli Hotel, il sistema delle “società serbatoio”. Gip convalida sequestro da 22 milioni

Il Gip del Tribunale di Milano ha deciso di convalidare il sequestro di 22 milioni di euro a carico del gruppo Cegalin-Hotelvolver

Comunali Milano 2021, nella città simbolo del Covid è caccia al “professionista della salute” da candidare

Dopo l'arrivo del Covid crescono i medici che puntano ad entrare in politica (perchè la politica li cerca). L'esempio più lampante? Milano

Omicidio Voghera, cosa è successo in 10 anni con le armi: ecco quante sono le licenze in Italia e chi le possiede

Omicidio Voghera, il tema delle armi in casa torna d'attualità. Chi abita nei piccoli centri più propenso a dotarsi del porto d'armi