Politics La Lega punta sui giovani per contrastare Beppe Sala

La Lega punta sui giovani per contrastare Beppe Sala

Un modo per contrastare la riconferma di Beppe Sala a Milano? Puntando anche sui giovani. L’idea, che sta diventando sempre più concreta, sta iniziando a circolare con forza soprattutto in ambienti leghisti. Secondo quanto riportato da Chiara Campo del Giornale, molto vicino al centrodestra, una delle priorità in casa Lega è istituire un assessorato ai giovani. Che l’attuale primo cittadino, durante i cinque anni di mandato, non ha mai istituito.

A Milano quindi, città di Matteo Salvini ma anche di Silvio Berlusconi, la Lega è pronta a schierare un gruppo corposo di under 30 specie nelle aule municipali. I giovani al momento dati per certi sono Luigi Leonardi e Giulio Martin (22 e 21 anni) in lista per la zona 1. Alessandro Righini (19 anni) Edoardo Solazzo (22 anni) Simone Busiello, Valentina Bonecchi, Federica Leidi, Alessio Ruggeri, Davide Arbizzoni correranno per il municipio 2. Melissa Varrazza punterà invece al Municipio 3 e Giorgio Pezzoni e Rebecca Lo Presti cercheranno i voti in zona 4. Per il Municipio 5 c’è Filippo De Bellis mentre per la zona 6 si fanno i nomi di Federico Santi, Sharon Troccolo e Giovanni Binda. Nel Municipio 7 la Lega propone tre ventenni: Camilla Carozzi, Andrea Poledrelli, Lucrezia Ferrero e ripropone per un secondo mandato Francesco Giani (23 anni). Una seconda esperienza, in caso di rielezione nel Municipio 8, sarà anche quella di Giulio Manca, che avrà al suo fianco anche i giovani Francesco Campagna e Matteo Furian. In zona 9, invece, sarà proposto Marco Iannibelli.

L’obiettivo di questa “carica di giovani”, lo dicono loro stessi, è promuovere una città più vicina alle nuove generazioni. Qualche esempio? La metropolitana aperta 24 ore al giorno, almeno il venerdì e il sabato. A ciò si aggiunge il miglioramento della sicurezza, cavallo di battaglia del Carroccio, e un prolungamento degli orari delle biblioteche specie in periferia. Altro input dei giovani leghisti é la difesa degli animali che si unisce all’apertura di nuovi spazi per i giovani.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Allegri in pole per la panchina del Real (e Zidane alla Juve?)

L'ex tecnico di Milan e Juventus se la gioca con la bandiera di Madrid Raul Gonzalez Blanco. E intanto Allegri studia lo spagnolo con la compagna Ambra Angiolini

Salute Berlusconi, gli effetti del “long Covid”: ecco come sta

Girano voci contrastanti riguardo la salute di Berlusconi: il Presidente di Forza Italia è stato di nuovo ricoverato in ospedale per qualche...

Il giudice del “caso Salvini” che manda in tilt buonisti, sovranisti e pasdaran del lockdown

Nunzio Sarpietro assolve Salvini dal sequestro di persona per nave Gregoretti. Il leader della Lega esulta: “Un giudice che studia”. Ma è lo stesso che ha tolto l'associazione a delinquere alla ong Proactiva Open Arms ed è stato beccato a pranzo al ristorante durante il lockdown

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Il giudice del “caso Salvini” che manda in tilt buonisti, sovranisti e pasdaran del lockdown

Nunzio Sarpietro assolve Salvini dal sequestro di persona per nave Gregoretti. Il leader della Lega esulta: “Un giudice che studia”. Ma è lo stesso che ha tolto l'associazione a delinquere alla ong Proactiva Open Arms ed è stato beccato a pranzo al ristorante durante il lockdown

Angelo D’Orsi: “La mia Torino contro i poteri forti, basta eventi e grandi opere. Ricuciamo le periferie con la cultura”

Lo storico Angelo D’Orsi, sostenuto dalla sinistra radicale, si candida alla guida di Torino per "scardinare i poteri forti". L'obiettivo? "Vincere"

Dal barboncino di Pertini al bracco di Draghi. Ecco i cani dei potenti

Alcuni politici li usano in campagna elettorale, altri nelle questioni diplomatiche. Il semplice fatto che un leader politico venga ritratto insieme al proprio animale domestico trasmette una sensazione di vicinanza e umanità.

La sanità dei Cinque Stelle? È il “modello Veneto” (ma per la Lombardia)

Proposte di riforma della sanità lombarda? C'è anche quella che i grillini hanno chiamato “ATS Lombardia”, che di fatto ricalca quanto già esiste oggi in Veneto con l'Azienda Zero

Recovery Plan a Milano? Salta riapertura dei Navigli, soldi a trasporti e quartieri popolari

Nella lista delle opere per il Recovery Plan a Milano i soldi per riaprire i Navigli non ci sono. L'elenco aggiornato al 10 maggio 2021, consultato da True-News, punta le proprie fiches su trasporti e qualità dell'abitare