Politics Il G20 lottizzato (senza Milano)

Il G20 lottizzato (senza Milano)

di Francesco Floris

Molto istruttivo leggere l’elenco degli “eventi” legati al G20 a Presidenza italiana. Covid permettendo, un’infinità di “Ministerial Meetings”, di “Finance Track” (i diversi gruppi di lavoro dedicati alla crescita sostenibile e inclusiva, all’architettura finanziaria internazionale, alle infrastrutture e all’inclusione finanziaria), di “Sherpa Track” e via dicendo. Istruttivo che nell’anno in cui l’Italia presiede il forum informale dei principali Paesi industrializzati e non per l’avvio di riforme coordinate a livello globale, ad essere tagliata fuori dalla discussione e dalla “geografia degli incontri” è la prima città per l’economia della penisola: Milano. Un solo evento si terrà nel capoluogo lombardo. Uno smacco per una delle più importanti aree metropolitane per prodotto interno lordo d’Europa? Sì, se si guarda come sono distribuite le altre decine di incontri: Roma la fa da padrona, e va bene perché è la Capitale. Ma perché mai ben cinque aCatania? Cinque a Trieste? Quattro a Venezia? Non vi viene in mente? Vi diamo un suggerimento: incrociate i luoghi con la provenienza di alcuni potenti ministri e sottosegretari con deleghe legate all’economia. O meglio: ex ministri ed ex sottosegretari del governo Conte-bis. Troverete alcune curiose coincidenze. Magari Mario Draghi – chiamato a gran voce per “spendere bene i soldi”, e non solo – potrebbe partire proprio da qui. Una distribuzione un po’ più equa e meno lottizzata delle briciole. In un Paese che ha smesso di fare le pagnotte.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Nomine e parità di genere: il modello Invimit per le scelte di Draghi?

Un presidente uomo e un amministratore delegato donna (o viceversa) nel valzer delle nomine pubbliche? L'idea circola sul modello di Giovanna Della Posta in Invimit che affianca Trifone Altieri. Ma è più facile a dirsi che non a farsi

Lombardia, l’economia reagisce alla crisi. Ma teme l’incognita Superbonus 110%

E’ presto per dire che il paese ha voltato pagina. Certo è che la Lombardia sta rispondendo meglio. Se servizi, ristorazione e turismo vanno male, l'industria reagisce

Web tax, si parte. Dal rapporto con Usa ai paradisi fiscali, ecco i nodi da sciogliere

L’anno in corso segna una svolta importante per la tassazione dell’economia digitale, essendo prevista la prima effettiva applicazione della web tax italiana. Non mancano, tuttavia, questioni ancora da chiarire, soprattutto in riferimento ai rapporti, particolarmente critici, con l’amministrazione statunitense. A ciò si aggiunge l’assenza di un coordinamento a livello internazionale dovuta all’attuale emergenza da COVID-19

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Fontana, la pandemia e la lezione da impartire a chi non la pensa come te

Ieri ho appreso una lezione. In effetti, non ci voleva molto, ma è sempre importante ricordarsi qual è il mondo con cui...

“Negli Stati Uniti in due ore ti fai il vaccino: basta il passaporto”

"Ciao a tutti, ho appena fatto il vaccino in farmacia qui a New York, una farmacia che non è un centro specializzato...

Esame Avvocato: caos al software Ministero, le promesse infrante della Cartabia

Migliaia di dati in fuga e privacy violata dal sistema di via Arenula. I praticanti: "Sono di Milano, mi convocano a Catanzaro con un altro nome"

Antonio Barbato rinviato a giudizio

L’ex comandante della polizia locale Antonio Barbato è stato rinviato a giudizio nel procedimento aperto contro di lui per falso ideologico e frode in pubbliche forniture. Una vicenda processuale che si riferisce a fatti del 2015