Draghi e Putin: cosa si sono detti al telefono?

Telefonata Draghi-Putin per parlare della crisi in Ucraina: che cosa si sono detti? Quali sono gli argomenti affrontati?

Il premier Mario Draghi e il presidente russo Vladimir Putin si sono sentiti telefonicamente e hanno parlato dell’attuale situazione in Ucraina. Ma cosa si sono detti al telefono Draghi-Putin?

Draghi e Putin, la telefonata: cosa si sono detti?

Pagamento del gas in rubli?

Mario Draghi e Vladimir Putin si sono sentiti al telefono e secondo quanto riportano le agenzie Putin avrebbe informato Draghi dei progressi dei colloqui tra Kiev e Mosca che si sono svolti ieri a Istanbul.

Tra gli argomenti trattati, uno di questi è il pagamento del gas russo in rubli, che tanto sta mettendo tutta Europa in fibrillazione. Come dovrà essere pagato il gas russo che arriva in Europa? Secondo quanto trapela, per ora non ci sono ancora muri da parte della Russia per un pagamento in Euro, ma il presidente Putin avrebbe descritto il sistema dei pagamenti del gas russo in rubli.

Il processo di pace

Il presidente Mario Draghi, oltre a parlare di gas e rubli, ha poi sottolineato l’importanza di arrivare quanto prima ad un cessate il fuoco, per proteggere la popolazione civile e sostenere lo sforzo negoziale. Il Governo italiano, ha infatti ribadito, vuole dare il suo contributo al processo di pace tra Russia e Ucraina, spingendo anche verso il cessate il fuoco. Maggiori spiragli di accordo tra Russia e Ucraina sembrano aprirsi, ma tutte le questioni politiche sono ancora sul tavolo da risolvere.

Draghi ha poi aggiunto che nella telefonata avuta con il presidente russo Putin avrebbe notato “un cambiamento di tono”.