Politics Chi è Catello Maresca, candidato sindaco alle elezioni Napoli 2021

Chi è Catello Maresca, candidato sindaco alle elezioni Napoli 2021

Chi è Catello Maresca aspirante sindaco di Napoli? Fervono i preparativi per la campagna elettorale che sfocerà, anche per la città partenopea, all’appuntamento con le elezioni amministrative d’autunno. Per queste elezioni Napoli 2021 come possibile successore del sindaco uscente Luigi De Magistris, il centrodestra ha scelto Catello Maresca, il magistrato che ha catturato il boss dei Casalesi. Catello Maresca se la vedrà con un affollamento di centrosinistra chead oggi prevede ben quattro candidati: l’assessora Alessandra Clemente, in campo con Dema, l’ex sindaco ed ex presidente della regione Campania Antonio Bassolino, l’ex ministro Gaetano Manfredi e l’imprenditore Sergio D’Angelo.

Chi è Catello Maresca: la formazione

Il nome di Catello Maresca è molto conosciuto, non certo solo a Napoli, da chi segue le cronache. Catello Maresca è infatti uno dei più noti magistrati italiani, e lo è diventato soprattutto per le sue indagini nella Divisione Antimafia che si sono focalizzate soprattutto sugli affare del clan dei Casalesi e sono culminati con l’arresto del superboss Michele Zagaria.

Ma andiamo per ordine. Quarantanove anni, Catello Maresca nasce a Napoli il 14 maggio 1972 e ha le idee molto molto chiare sul suo futuro sin da giovanissimo. Ha quattordici anni e ha appena iniziato il ginnasio quando decide che lui nella vita vuole fare il magistrato. Dopo il diploma di maturità classica si laurea brillantemente in Giurisprudenza, punta tutto sulla carriera togata.

Catello Maresca, la carriera: magistrato famoso in tutta Italia

Nel 1999 vince il concorso che gli apre le porte della carriera come magistrato inquirente. Il primo incarico è quello alla sezione sui reati finanziari e i crimini di natura economica.

L’ingresso nella Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli

Nel 2007 entra nella Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli a occupare il posto lasciato libero da Raffaele Cantone. Nominato all’Antimafia ad ottobre del 2007, Catello Maresca nell’aprile del 2008 è già nel pieno della mischia, chiamato ad occuparsi della fuga dagli arresti domiciliari di Giuseppe Setola. Un mese dopo, il giovane magistrato si è già meritato la fama di ‘cacciatore di camorristi’ e finisce sotto scorta (lo è a tutt’oggi).

La cattura del boss Michele Zagaria

Il suo successo professionale più importante è la cattura del boss del clan dei Casalesi, Michele Zagaria. È l’alba del 7 dicembre del 2011 quando gli agenti della terza sezione della Squadra Mobile di Napoli fanno irruzione in un’abitazione a Casapesenna, nel casertano. Sotto al pavimento della casa è scavato un bunker di cemento armato dove si nasconde il superlatitante Michele Zagaria riconosciuto capo del più feroce clan camorristico dell’epoca e ricercato dal 1995. Il blitz si conclude all’ora di pranzo, quando il boss è costretto ad arrendersi e a consegnarsi alle forze dell’ordine.

A dirigere le indagini che avevano portato a quell’epilogo e le operazioni della polizia, era stato proprio il magistrato che oggi avanza la sua candidatura a sindaco di Napoli. “È stato bello anche perché è stata un’indagine che ho attivato, impostato e concluso con la mia squadra in meno di quattro anni” ha raccontato il giudice Catello Maresca in un’intervista, confessando che quello della cattura del super boss del clan camorristico dei Casalesi, Michele Zagaria, è a tutt’oggi il momento più bello della sua carriera.

Una carriera che è comunque proseguita molto brillantemente, tanto che, per il suo impegno e anche per i suoi concreti risultati come inquirente, oggi Catello Maresca è considerato uno dei magistrati più autorevoli e stimati d’Italia.

Catello Maresca: vita privata

Nonostante una carriera che lo ha assorbito quasi totalmente, anche la vita privata di Catello Maresca è un successo. Sposato con la collega magistrata Fabrizia Fiore ha quattro figli. Maresca racconta che i momenti più preziosi, a cui comunque non rinuncia, sono quelli passati con la sua famiglia a cui cerca di garantire nonostante tutto, una vita all’insegna della normalità.

Catello Maresca magistrato scrittore

Catello Maresca, oltre a essere un importante PM, è anche un prolifico scrittore. La sua produzione letteraria è fondamentalmente legata alla sua attività di magistrato. Nei suoi libri cerca di divulgare quello che sappiamo e quello che dobbiamo sapere del fenomeno camorristico mafioso con uno sguardo che arriva direttamente dalla ‘trincea’ dell’antimafia. Non disdegna comunque di avventurarsi anche in territori diversi, come quando ha cofirmato un volumetto sul presepio napoletano.

Se non avesse fatto il magistrato avrebbe senz’altro fatto il calciatore e nell’adolescenza ha rischiato di fare questa “deviazione”, tornando velocemente poi ai propositi di arrivare a indossare la toga.

Quello di Catello Maresca è dunque un profilo molto autorevole, e potrebbe essere lui l’uomo giusto per diventare il prossimo inquilino di Palazzo San Giacomo. Vedremo a ottobre se i partenopei la pensano come i leader del centro destra che ne hanno sostenuto la candidatura.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Comunali 2021, è ufficiale: si vota il 3 e 4 ottobre. Ballottaggi il 17 e 18 ottobre

La ministra dell'interno Luciana Lamorgese ha firmato il decreto: per le comunali si voterà il 3 e 4 ottobre (il 17-18 ottobre i ballottaggi)

Le sedi delle prossime olimpiadi? Ecco quali città le ospiteranno (e chi sta pensando di candidarsi)

Quali saranno le città che ospiteranno i prossimi giochi olimpici? Fino al 2032 le Olimpiadi sono già state assegnate, e fioccano candidature in vista del 2036

Ius soli sportivo: cos’è e come funziona lo strumento richiesto dal Coni

Lo Ius soli sportivo prevede la possibilità che giovani stranieri partecipino a competizioni per squadre italiane ma non permette di ottenere la cittadinanza escludendoli dalle convocazioni della Nazionale.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Comunali 2021, è ufficiale: si vota il 3 e 4 ottobre. Ballottaggi il 17 e 18 ottobre

La ministra dell'interno Luciana Lamorgese ha firmato il decreto: per le comunali si voterà il 3 e 4 ottobre (il 17-18 ottobre i ballottaggi)

Cardinale Becciu, via al processo in Vaticano. Il quadro dello scandalo finanziario e le conseguenze della riforma del Papa

Caso Becciu, per la prima volta in Vaticano un cardinale è processato da laici. Segno che la resa dei conti è arrivata

Giuseppe De Donno, il dottore ucciso da invidia e interessi di parte

Un medico che ha messo sempre il paziente prima di tutto. E per questo è stato infangato da luminari colleghi e detrattori

Csm e magistratura, il pm Paolo Storari paga per tutti. Ma la vera storia è quella del “cesto di mele marce” di Di Pietro

Mario Chiesa diceva a Di Pietro: io sono la mela marcia? Ora le racconto il resto del cestino. Un'immagine perfetta di cosa sta accadendo in Procura a Milano e fra le toghe di mezza Italia

Inchiesta appalti negli Hotel, il sistema delle “società serbatoio”. Gip convalida sequestro da 22 milioni

Il Gip del Tribunale di Milano ha deciso di convalidare il sequestro di 22 milioni di euro a carico del gruppo Cegalin-Hotelvolver