Pharma Salute Direzione Nord 2020: il coraggio di ripartire

Salute Direzione Nord 2020: il coraggio di ripartire

Mentre tutti si rifugiavano negli eventi online, noi abbiamo deciso di puntare sull’evento dal vivo (ma non aperto al pubblico). Il 29 giugno si è tenuto l’evento “I Discorsi del Coraggio”.

Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera, alle 10:30 ha aperto i lavori che sono stati trasmessi in streaming sulla home page di Corriere.it per consentire a tutti di partecipare rispettando le misure di contenimento del Covid 19. Sul palco si sono alternati Attilio Fontana, Beppe Sala, Lorenzo Guerini, Paola De Micheli, Carlo Sangalli, Giuseppe Guzzetti, Sonia Viale, Monica Guerritore, Vincenzo Novari, Enrico Pazzali, Michaela Castelli, Alberto Dell’Acqua, Marco Alverà, Giovanni Fosti, Tiziana Mele, Igor De Biasio e molti altri. Alla fine, i trenta relatori sono stati ascoltati da quasi 150mila persone collegate a seguire gli speech di 3 minuti. Interventi rapidissimi seguiti, nel pomeriggio, da panel di approfondimento su argomenti pharma&salute.

Quello del 29 giugno è stato il nono appuntamento della rassegna Direzione Nord. Direzione Nord è il luogo dove le istituzioni, la politica, le imprese e gli stakeholder si incontrano per parlare non solo del ruolo che Milano e il Nord devono avere nello sviluppo dell’intera Italia. Ma anche di quello che sta a Nord dell’Italia, ovvero l’Europa e la sfida dei rapporti con la comunità degli Stati del nostro continente. Direzione Nord è il luogo dove le istituzioni, la politica, le imprese e gli stakeholder si incontrano per parlare non solo del ruolo che Milano e il Nord devono avere nello sviluppo dell’intera Italia. Ma anche di quello che sta a Nord dell’Italia, ovvero l’Europa e la sfida dei rapporti con la comunità degli Stati del nostro continente.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Sose, società partner del Mef per l’analisi dei dati fiscali

SOSE è la società che si occupa per il ministero della Finanza (Mef) dell’analisi dei dati fiscali. Ecco quali sono i suoi compiti

Webuild: Salini Impregilo lancia la sfida per le grandi opere

Webuild, di cui Salini è il socio di maggioranza, ha una partecipazione azionaria composita, che va dalla CDP fino a varie banche coinvolte

Nomine e parità di genere: il modello Invimit per le scelte di Draghi?

Un presidente uomo e un amministratore delegato donna (o viceversa) nel valzer delle nomine pubbliche? L'idea circola sul modello di Giovanna Della Posta in Invimit che affianca Trifone Altieri. Ma è più facile a dirsi che non a farsi

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Covid e patologie cardiovascolari. Battistina Castiglioni ne parla a The True Show

Come ha reagito la rete cardiologica alla pandemia Covid? La dottoressa Castiglioni, consigliere nazionale GISE, a The True Show

Anemia falciforme, gli esperti a confronto

Tremila casi in Italia ma è la punta dell'iceberg: la dottoressa Erica Daina e la professoressa Maria Domenica Cappellini spiegano cosa serve dal lato terapie e organizzazione contro la malattia rara causata da una mutazione genetica ereditaria

Rsa, il piano Regione-Finlombarda contro la crisi delle strutture

Fino a tre milioni di euro di garanzie da Regione Lombardia. Dentro al piano da 30 milioni di euro gestito da Finlombarda spa – il braccio finanziario della Regione – che in qualità di intermediario finanziario assicurerà il “sostegno del fabbisogno di liquidità” alle Residenza Sanitarie Assistenziali (Rsa) no-profit accreditate con il sistema sanitario regionale

Il 28 maggio è “Salute Direzione Nord”: le domande (giuste) per la Sanità del futuro

Il 28 maggio alla Fondazione Stelline di Milano, undicesima edizione della kermesse sul Sistema Salute organizzata da Inrete: tanti ospiti fra cui Fontana, Moratti e Sileri

In Italia 4119 “farmacie rurali”: nel Recovery 72mila € di investimenti ciascuna

Dal Recovery Plan 72mila € di investimenti per ognuna delle 4119 farmacie rurali che “operano nei comuni italiani con meno di 3mila abitanti”, a cui nel tempo sono stati tagliati i sussidi regionali a causa della riduzione del bacino d'utenza