Letizia Moratti: “Nuovi investimenti per le esigenze dei pazienti lombardi”. Venerdì la terza tappa a Cremona del roadshow

L'intervento di Letizia Moratti nella seconda tappa del roadshow "Salute, un bene del territorio" a proposito degli investimenti sulla sanità

Il 16 maggio scorso Regione Lombardia ha approvato gli indirizzi di programmazione 2022. Che, ancora una volta, prevedono investimenti per il territorio e la sanità. Nella seconda tappa di Salute, un bene del territorio. I presidi territoriali e il futuro della sanità”, il roadshow promosso da Federfarma Lombardia con il supporto organizzativo di Inrete, per raccontare la recente riforma sanitaria lombarda,  la vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti, ha illustrato le misure: “Per il territorio di Brescia abbiamo stanziato 500 milioni per gli Spedali Civili, 56 milioni per le 25 Case di Comunità e 13 milioni per gli undici ospedali di comunità“.

 

Investimenti per la sanità in tutto il territorio lombardo

Ma il piano di investimenti non riguarda solo il territorio bresciano. “Prevediamo nuovi ospedali a Cremona e Desenzano così come fondi per Alzano, per alcuni ospedali milanesi, come Policlinico, Niguarda e Santi Paolo e Carlo“. Gli investimenti proseguono nelle aree di montagna, nel territorio di Mantova: insomma cerchiamo di coprire le esigenze di tutti i cittadini”, spiega Moratti.

Lombardia in posizione avanzata per le liste d’attesa, Moratti: “Ho mappatura di ogni struttura”

La Lombardia si trova in una posizione di vantaggio anche nel recupero delle liste d’attesa. Negli scorsi giorni, il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha promesso un miliardo per le Regioni per ridurre i tempi delle visite, allungati dall’emergenza Covid. Spiega Moratti: “Non ci accontentiamo di essere in una posizione più avanzata. Ho fatto fare una mappatura per capire come ogni struttura rispetti i tempi d’attesa.

Per quelle pubbliche, ho impostato per i direttori il rispetto dei tempi. Per quelle private, abbiamo attivato il servizio di penalizzazione”.

Moratti: “Un successo le aperture nei festivi”

Si è partiti con i ricoveri chirurgici oncologici ma – continua Moratti – da “luglio e settembre ci occuperemo delle altre tipologie di visite, oltre a quelli ambulatoriali. Stanno avendo grande successo le aperture serali e festive: è un servizio dedicato, in particolare, alle donne che lavorano.

Un’altra modalità per ridurre le liste d’attesa”. Un tema di equità sociale molto centrale nella nuova riforma della sanità lombarda. Che, secondo la vice presidente di Regione Lombardia, “dovrà essere affrontato in sinergia con i sindaci, i distretti, le ATS e le SST“.

La terza tappa a Cremona venerdì 26 maggio

Domani, venerdì 27 maggio, si prosegue con la terza tappa, in programma a Cremona. Apre l’evento, alle 17.30, Gianluca Galimberti, sindaco di Cremona.

Alle 17.35 Annarosa Racca, Presidente Federfarma Lombardia e Rosanna Galli, Presidente Federfarma Cremona. Alle ore 18 gli interventi di Letizia Moratti, vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia e Emanuele Monti, Presidente Commissione III Sanità e politiche sociali Regione Lombardia. Nel talk-show intervengono: Ida Ramponi, Direttore Generale ASST Crema, Giuseppe Rossi, Direttore Generale ASST Cremona, Salvatore Mannino, Direttore Generale ATS Valpadana e Daniele Generali, Direttore SC Multidisciplinare di Patologia Mammaria e Ricerca Traslazionale ASST Cremona.

Modera il giornalista, Nicola Rigoni de La Provincia di Cremona.