Hiv, a che punto è la lotta al virus? Convegno a Palazzo Pirelli

In occasione della Giornata mondiale della lotta all'Hiv, convegno a Milano. Cambiata la percezione della malattia, ma la ricerca prosegue

È una tripla ricorrenza quella del 1° dicembre 2021. Non è infatti solo la data della Giornata mondiale della Lotta all’HIV, ma di altri due importanti anniversari: i 40 anni dalle prime segnalazioni di casi di AIDS nel mondo e i 30 anni dal bacio tra Rosaria Iardino, persona sieropositiva e oggi Presidente della Fondazione The Bridge, e l’immunologo Fernando Aiuti, vera e propria rivoluzione nella percezione della sieropositività.

“Penso positivo. L’HIV ieri, oggi e domani” a Palazzo Pirelli

Tutti questi anniversari sono stati celebrati nell’evento istituzionale di sensibilizzazione “Penso positivo. L’HIV ieri, oggi e domani”, l’1° dicembre, dalle 17:30 all’Auditorium Giorgio Gaber di Palazzo Pirelli a Milano.

L’iniziativa, promossa da Inrete con il patrocinio di Fondazione The Bridge e con il contributo incondizionato di Gilead Sciences, intende sensibilizzare le istituzioni sul tema, celebrare la ricorrenza della Giornata mondiale della Lotta contro l’HIV e creare awareness e corretta informazione sulla patologia.

Hiv: è ancora fondamentale promuovere la ricerca

Grazie agli sviluppi in ricerca degli ultimi anni, che hanno permesso l’adozione di nuove terapie farmacologiche e al grande lavoro svolto in termini di sensibilizzazione, l’HIV non viene più percepito come una grande minaccia nell’immaginario collettivo.

Nonostante ciò, risulta ancora fondamentale continuare a promuovere la ricerca per arrivare, in futuro, a una completa guarigione da questa patologia.

Se è vero che lo stigma e il pregiudizio ancora colpiscono le persone sieropositive, oggi la corretta informazione, la prevenzione e il cambio di paradigma in termini di comunicazione lasciano una percezione diversa nell’immaginario collettivo.

Il parterre dei relatori: da Fontana e Moratti a Rosaria Iardino

Ad aprire i lavori della giornata i saluti istituzionali di Attilio Fontana, Presidente Regione Lombardia e di Letizia Moratti, Vicepresidente e Assessore al Welfare Regione Lombardia In seguito gli interventi di Stefano Bolognini, Assessore allo Sviluppo Città metropolitana, Giovani e Comunicazione, Mauro D’Attis, Camera dei Deputati, promotore Intergruppo L’Italia ferma l’AIDS, Rosaria Iardino, Presidente Fondazione The Bridge, Valentino Confalone, General Manager Gilead Sciences, Giulia Marchetti, Professore associato Dip.

Scienze della Salute, Malattie Infettive, Università degli Studi di Milano ASST Santi Paolo e Carlo, Carlo Nicora, Direttore Generale Policlinico San Matteo di Pavia, Giorgio Bozzi, ANLAIDS Lombardia, Silvia Nozza, Medico infettivologo dell’Unità di Malattie Infettive dell’IRCCS Ospedale San Raffaele Turro, Alessandra Bandera, Professore associato in malattie infettive Università degli Studi di Milano, Vania Giacomet, Professore Associato Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche L. Sacco; Responsabile US di Infettivologia Pediatrica ASST FBF SACCO e Emanuele Monti, Presidente Commissione III Sanità e politiche sociali Regione Lombardia che ha concluso i lavori.