Pharma Buon (primo) anno alla Telemedicina. Ecco come dovrà essere in futuro (SCARICA...

Buon (primo) anno alla Telemedicina. Ecco come dovrà essere in futuro (SCARICA IL DOCUMENTO)

Tutti ne parlano: la telemedicina è il futuro. Ecco il documento della Conferenza Stato-Regioni per metterla a regime: quando serve? A chi? Di quale investimento ha bisogno l’Italia?

Televisita, telemedicina, telerefertazione. Espressioni già conosciute dagli specialisti ma che sono entrate nel dibattito quotidiano nel 2020 a causa (o grazie) alla pandemia da Covid. E che ora tracciano uno degli scenari possibili per l’assistenza sanitaria del futuro. Ora c’è da capire quante risorse servono, come investirle, quando, a quali pazienti e da quali specialisti far applicare la medicina da remoto. Il documento approvato dalla Commissione Salute della Conferenza Stato-Regioni, che True-News pubblica integralmente sul proprio sito, traccia quelle che dovranno essere le linee d’indirizzo per dettare regole omogenee per l’erogazione delle prestazioni ambulatoriali a distanza. Il documento risponde ad alcuni dei principali nodi, normativi e operativi, ancora da scogliere. Si legge come la medicina da remoto possa giocare un ruolo fondamentale durante “un’urgenza sanitaria”, sfruttando l’immediatezza “della trasmissione telematica per scambiare informazioni cliniche all’interno della rete sanitaria agevolando la gestione di pazienti critici o non raggiungibili”. Le patologie più rilevanti e i campi di applicazione in cui la telemedicina può offrire già un’assistenza specialistica sanitaria vanno dalle patologie cardiovascolari alle malattie respiratorie, passando per diabete, patologie psichiatriche, fino alla pediatria. I vantaggi principali del tecnologia, se ben applicata, anche con una sorta di “educazione del paziente”, riguardano la continuità delle cure, la presa in carico della cronicità anche in contesti difficili – a cominciare da quelli territoriali e geografici per un Paese come l’Italia – fino al monitoraggio dei parametri vitali nel paziente classificato a rischio, già affetto da patologie, e in quelli dimessi allo scopo di ridurre l’insorgenza di possibili complicazioni anche post ospedalizzazione.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Gig economy, significato e non solo: tutto quello che c’è da sapere

Che cos'è la Gig Economy? Perché questo fenomeno economico che sta crescendo a velocità esponenziale divide tanto l’opinione pubblica?

Concorsi scuola 2021: docenti e personale ATA

Diversi i concorsi scuola previsti nel 2021: tra questi 2 concorsi straordinari e 2 ordinari per docenti e uno per personale ATA

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Covid e patologie cardiovascolari. Battistina Castiglioni ne parla a The True Show

Come ha reagito la rete cardiologica alla pandemia Covid? La dottoressa Castiglioni, consigliere nazionale GISE, a The True Show

Anemia falciforme, gli esperti a confronto

Tremila casi in Italia ma è la punta dell'iceberg: la dottoressa Erica Daina e la professoressa Maria Domenica Cappellini spiegano cosa serve dal lato terapie e organizzazione contro la malattia rara causata da una mutazione genetica ereditaria

Rsa, il piano Regione-Finlombarda contro la crisi delle strutture

Fino a tre milioni di euro di garanzie da Regione Lombardia. Dentro al piano da 30 milioni di euro gestito da Finlombarda spa – il braccio finanziario della Regione – che in qualità di intermediario finanziario assicurerà il “sostegno del fabbisogno di liquidità” alle Residenza Sanitarie Assistenziali (Rsa) no-profit accreditate con il sistema sanitario regionale

Il 28 maggio è “Salute Direzione Nord”: le domande (giuste) per la Sanità del futuro

Il 28 maggio alla Fondazione Stelline di Milano, undicesima edizione della kermesse sul Sistema Salute organizzata da Inrete: tanti ospiti fra cui Fontana, Moratti e Sileri

In Italia 4119 “farmacie rurali”: nel Recovery 72mila € di investimenti ciascuna

Dal Recovery Plan 72mila € di investimenti per ognuna delle 4119 farmacie rurali che “operano nei comuni italiani con meno di 3mila abitanti”, a cui nel tempo sono stati tagliati i sussidi regionali a causa della riduzione del bacino d'utenza