Roberto da Genova, il protagonista dell’intervista più virale di TikTok

Il segreto dietro l’intervista più vista su TikTok negli ultimi due mesi: chi è Roberto da Genova, che si è appena “mollato con la donna”, e perché è diventato virale

Siamo con? “Ah non lo so, che cazzo vuoi? Ahhh telecamera? No, no no…”. Comincia così l’intervista più virale del web degli ultimi due mesi, anche se qualcuno l’ha già definita addirittura l’intervista “del secolo”. Protagonista tale Roberto da Genova, nella realtà Claudio Benini, 52 anni: oggi ne conosciamo il vero nome, ma in tutte queste settimane la sua identità è rimasta sempre nascosta. Poco importava, però, e poco importa anche oggi: la Retein lui ha visto un idolo e agli utenti digitali piace così com’è, senza troppe domande su quanto la sua sia una recita organizzata oppure una reazione spontanea alle domande del giornalista – o presunto tale – che l’ha fermato per fargli delle domande, diventato a sua volta un mito. 

Chi è l’intervistatore di Roberto da Genova

In questo caso parliamo di Fabio Sersanti, 41 anni, genovese come il suo intervistato, di professione entrambi agenti di commercio. “Mi era venuta l’idea di aprire dei canali social per fare interviste a freddo in centro a Genova ai passanti”, ha raccontato di recente in un intervista a Rolling Stone. Per non rischiare di fare un buco nell’acqua al debutto, ha pensato di contattare il suo collega ed amico: “Gli avevo solo spiegato a grandi linee il progetto, lui sapeva che avevo la passione dei social, ed ha accettato per amicizia visto che non li usa neanche”.

Le riposte di Claudio Benini aka Roberto da Genova, assicura Sersanti, non erano assolutamente preparate: “Già sul lavoro quando avevamo voglia di scherzare ci veniva naturale. È il mio partner ideale: anche quando facevamo i rappresentanti in coppia ne dicevamo una dietro l’altra. Soprattutto con i clienti, per fare in modo che comprassero più prodotti”. E ancora: “Lo avevo messo in guardia, dicendogli di contemplare una piccolissima percentuale di contenuti che sarebbero potuti diventare virali. E lui ha detto che non gli interessava nulla di quello che sarebbe successo”. Oggi sta vivendo tutta questa notorietà “in modo tranquillissimo. Diciamo che è fedele al suo personaggio”.

 

L’intervista è stata girata il 14 novembre e il primo spezzone è stato caricato il 19,  poi gli altri a seguire. “Ho aperto i social con l’account di SnapTvShow. E da lì è partito tutto. È diventato virale in meno di 24 ore”. I numeri parlano chiaro: quasi 36 mila follower e 1,3 milioni di mi pace su TikTok, 5mila scritti su Youtube e 300mila visualizzazioni solo per quanto riguarda la versione integrale dell’intervista, caricata  poco prima di Natale, quasi 16mila follower su Instagram. Senza contare, poi, che sul web si è scatenata anche la corsa ai meme e alle imitazioni. 

Chi è Roberto da Genova

Ma che cosa ha decretato il successo di Roberto da Genova? Bastano i primi secondi del video per venire catturati dalla comicità (in)volontaria di questo dialogo, che si allarga subito dopo ai massimi sistemi dell’universo. All’inizio Roberto da Genova dice che non vuole apparire, ma poi diventa il volto più famoso del web. Dice che non ha tempo, ma si ferma a parlare per 18 minuti. Risponde “Sono cazzi miei” quando Fabio gli chiede il nome della sua ex fidanzata (“Mi sono appena lasciato con la Donna”), ma poi racconta di tutto e di più, svelando il suo pensiero su ogni argomento dello scibile umano. Ogni domanda dell’intervistatore viene accolta con una risata fragorosa e Roberto da Genova sembra sempre sul punto di lasciar perdere, invece poi argomenta tutto a modo suo, dal terrapiattismo al riscaldamento globale, dall’omosessualità alle nuove generazioni.

Il Roberto da Genova-pensiero in 15 punti

Per esempio, i ragazzi di oggi sono dei “ravatti”, come si dice in genovese:  Persone che non sono in grado di andare avanti nella vita, perché noi vecchi non gli abbiamo insegnato a vivere e loro ci han messo del loro”. E ancora: “Oggi non è che non hanno voglia di lavorare, non hanno la predisposizione per lavorare perché noi li coccoliamo, gli diamo i dieci euro per andare in discoteca, che poi oggi sono cinquanta o cento”.

La società di oggi? “Mi dà fastidio che pensiamo sia sempre colpa degli altri, non nostra. E’ diventata una buffonata. Una cosa positiva? Non c’è, perché noi genitori, o noi che andiamo a votare, non facciamo una cosa giusta…

Capitolo riscaldamento globale. “Io spero che arrivi, perché adesso, con quello che costa il riscaldamento, almeno riusciamo a tappare il buco. Ci sono famiglie che non riescono a pagarsi il riscaldamento, col riscaldamento globale stanno calde. Non vedo l’ora che arrivi. In questo momento è una cosa positiva”. E ancora: “Si approfittano del cambiamento per farti pagare caro il gas. La casta lassù, che noi non vediamo, ne approfitta per guadagnare. Paghiamo gas, luce, pellet, pure la legna.. per che cosa?”

Ecco tutti i temi affrontati da Roberto da Genova minuto per minuto:

1:27 Terrapiattisti

2:20 Nuove leve 

4:32 Società di oggi 

5:19 Riscaldamento globale 

7:34 Omosessuali

8:42 Vegani

10:08 Botticelli

11:00 Steven King

11:35 Freddie Mercury

12:05 Favij

12:43 Diletta Leotta

13:15 Martin Luter King

13:55 Albert Einstein

14:37 Giorgia Meloni

15:50 Donna per 48h

Le reazioni del web

Come detto, il web ha reagito rendendo Roberto da Genova un mito, senza chiedersi troppo se fosse un attore oppure un “personaggio” realmente esistente. In fondo non è questo che conta… A chi l’ha presa sul ridere, piace la sua capacità di strappare una risata, chi lo ha preso, invece, seriamente, ha reagito mostrando empatia, suggerendo che vada a scuola.

Qualche reazione? “Prima di questo video ridevo tantissimo e mi pareva un semplice ubriaco un po’ allegro, ma dopo aver visto tutta l’intervista mi sono reso conto di quanto faccia fatica e cerchi di dimostrare di sapere per imbarazzo perché probabilmente non avrà avuto l’occasione e la situazione adatta per studiare. Povero Roberto… Non deve aver avuto una vita facile”.  Oppure:“Io son disposto a mettere soldi per fare una colletta e mandare persone come Roberto a scuola. Anche solo un anno può fare una differenza enorme, considerando che questa gente va a votare”.

Il futuro ora è tutto da definire: Fabio e Claudio, aka Roberto da Genova, pensano a nuovi progetti, come spiegato a Rolling Stone. “Vorremmo far uscire il duo comico, pur mantenendo le interviste in mezzo alla gente. Il progetto iniziale non è più come singolo, ma come coppia. Le idee sono tante, alcune confuse e altre più mirate, ma ci interessa verificare ancora la reazione delle persone quando ci vedono insieme”.