Live

Nuove Greta Thunberg crescono: chi sono i giovani attivisti per il clima

Lotta per proteggere l'ambiente e costruire un futuro migliore? Non c'è solo Greta Thunberg: ecco chi sono i giovani attivisti per il clima

In principio fu Greta Thunberg. Era il 2018 quando, allora 15enne, diventò famosa per la sua protesta davanti al Parlamento. Aveva in mano un cartello con la scritta “School Strike for Climate” e voleva fare pressione sul governo affinché raggiungesse gli obiettivi prefissati per abbassare le emissioni di carbonio. A dicembre di quello stesso anno oltre 20.000 studenti – dal Regno Unito al Giappone – si unirono a lei saltando la scuola per protestare. Un anno dopo per Greta Thunberg arrivò la prima delle tre nomination al Premio Nobel per la pace per l’attivismo climatico. In breve tempo la sua piccola campagna ha avuto un effetto globale, ispirando migliaia di giovani attivisti per il clima in tutto il mondo: quello dei Fridays for Future è così diventato un movimento ambientalista internazionale di protesta, composto da  studenti che decidono di non frequentare le lezioni scolastiche per partecipare a manifestazioni in cui chiedono azioni per prevenire il riscaldamento globale e il cambiamento climatico. Dai Fridays for Future alla Cop26, nuove Greta Thunberg crescono: vediamo chi sono.

Non solo Greta Thunberg: chi sono i giovani attivisti per il clima

Vanessa Nakate

La nuova stella del clima è Vanessa Nakate, giovane attivista ugandese che ha conquistato il palco milanese della Youth4Climate qualche settimana fa: “Molti africani hanno perso la vita, altri i loro beni. La siccità e le inondazioni hanno lasciato dolore, agonia, sofferenza, fame e morte”. La Greta Thunberg africana ha 24 anni ed è la figlia di un politico di Kampala, la capitale dell’Uganda. Ha scoperto l’ambientalismo e i Fridays For Future nel 2019, dopo la laurea in economia alla Makerere University ha deciso di seguire il modello di Greta Thunberg per fare pressioni sulle istituzioni e gli scienziati del suo Paese.

 

greta thunberg milano
Vanessa Nakate

Ou Hongyi

Ou Hongyi, conosciuta anche con il nome inglese Howey Ou, è stata definita la Greta Thunberg cinese: è un’attivista ambientale cinese che organizza lo sciopero scolastico per il clima a Guilin, nel sud del suo Paese, chiedendo ulteriori azioni per limitare le emissioni di gas serra. Nonostante il suo manifestare sia totalmente pacifico vive nella paura e viene sorvegliata dalle autorità: a causa della sua propensione di attivista è stata anche espulsa dalla scuola. Per riprendere gli studi (che attualmente svolge in maniera autonoma) nell’estate 2020 le è stato detto che avrebbe dovuto abbandonare la sua battaglia ambientalista.

Disha Ravi

Disha Ravi, 23 anni, è invece definita la Greta Thunberg indiana, anche se questo soprannome non le piace, come ha spiegato in un’intervista a Repubblica. Anche lei non ha una vita facile nel suo Paese: si è fatta un po’ di giorni di carcere a causa della sua lotta ambientalista nel febbraio 2021. La polizia dell’unità cyber-crimine di Delhi si è presentata a casa sua perché lei aveva diffuso un toolkit, ovvero le istruzioni su come sostenere sui social il movimento di protesta degli agricoltori che scioperano da un anno contro una riforma neoliberista.

Ella e Amy Meek

Come suggerisce il nome della loro organizzazione no-profit (@kidsagainstplastic), Ella e Amy Meek sono due sorelle che combattono contro l’inquinamento di plastica e rifiuti nel Regno Unito. Nel 2016, quando avevano 10 e 12 anni, hanno fondato Kids Against Plastic, che da allora ha raccolto più di 100.000 pezzi di rifiuti di plastica monouso in tutto il paese.

Xiuhtezcatl Martinez

Conosciuto anche semplicemente come ‘X’, Xiuhtezcatl Martinez è un giovane attivista ambientale e sostenitore delle comunità indigene ed emarginate. L’attivista (e artista hip-hop) 21enne ha tenuto discorsi alle Nazioni Unite in diverse occasioni – in inglese, spagnolo e nella sua lingua madre, il nāhuatl, lingua originaria della popolazione azteca – per evidenziare come l’azione globale per il clima abbia un ruolo nella più ampia lotta contro l’ingiustizia e disuguaglianza.

Lesein Mutunkei

Questo adolescente keniano ha dato il via al suo impegno per il clima dopo aver appreso gli impatti scioccanti dell’inquinamento e della deforestazione mentre era a scuola. Ha però trovato un modo divertente per rimboschire il pianeta, combinandolo con il suo amore per il calcio. A soli 12 anni  ha fondato Trees4Goals, la cui missione è quella di piantare 11 alberi ogni volta che lui segna un goal. Fortunatamente ne sono stati pintati più di 1.000 grazie alle sue imprese clacistiche. Mutunkei incoraggia anche le scuole e le squadre di calcio a essere più sostenibili.

Luisa Neubauer

Luisa Neubauer è una delle principali organizzatrici dei Fridays For Future in Germania, motivo per cui viene spesso indicata come la “Greta Thunberg tedesca“. Nell’ottobre 2020 è stata in Italia per incontrare l’allora premier Giuseppe Conte. La 25enne è stata anche una dei 15 fortunati ragazzi scelti dall’ex presidente americano Barack Obama per partecipare a un lungo summit privato a Glasgow, durante la Cop26.