Live

Il nuovo asfalto è fatto di plastica

Ecco una notizia che potrebbe tornare utile anche a Virginia Raggi per risolvere la questione delle buche a Roma. La città di Los Angeles ha cominciato a collaborare con TechniSoil, azienda che ha sviluppato una tecnica per sostituire la plastica al bitume nella produzione di asfalto. La città potrà quindi rifare la pavimentazione usando bottiglie di plastica e altri oggetti in PET (Polietilene tereftalato), che altrimenti andrebbero a finire in discarica – o in mare.  

Secondo Sean Weaver, CEO della società, ci vogliono 2300 chili di PET per realizzare l’asfalto con cui ricoprire una strada a due corsie lunga un chilometro e mezzo. Quella dell’azienda è una tecnica sperimentale che si propone di risolvere due problemi con una mossa sola: risparmiare tonnellate di plastica alle discariche strapiene di mezzo mondo, mentre si evita di usare il bitume, tra i prodotti più “sporchi” del petrolio.