È tornata la febbre da Dragon Ball: il manga dei record tra film, Fortnite e TikTok

Con l’imminente uscita del nuovo film “Dragon Ball Super: Super Hero” è riscoppiato il fenomeno Dragon Ball, che in realtà non si era mai affievolito

Niente Iron Man, men che meno Superman. Il vero idolo dei bambini e ragazzini di oggi, come per quelli di trenta o quarant’anni fa, è sempre lui, Dragon Ball. Un fenomeno nato nel lontano 1984, che nel corso dei decenni non si è mai spento, tanto è vero che impazza il countdown per l’uscita del nuovo film, “Dragon Ball Super: Super Hero”, atteso nei cinema italiani per il prossimo 29 settembre, mentre nelle sale giapponesi si può vedere già dall’11 giugno 2022.

Dragon Ball: nuovo film in uscita il 29 settembre

La pellicola del famosissimo anime campione d’incassi mondiale, diretta da Tetsuro Kodama, coinvolge in prima persona Akira Toriyama, “papà” di Dragon Ball, autore della sceneggiatura e del character design del nuovo capitolo di questa saga.
La trama? Il film parla dell’Esercito del Fiocco Rosso distrutto da Goku. Alcune persone però, che ne tengono vivo lo spirito, hanno creato gli Androidi perfetti, Gamma 1 e Gamma 2.

I due Androidi si chiamano “Super Eroi” e si lanceranno all’attacco di Piccolo e Gohan… Qual è l’obiettivo del nuovo Esercito del Fiocco Rosso? All’alba di un nuovo pericolo in arrivo, è tempo di risvegliare Super Hero.

Un fenomeno che dura da quasi 40 anni

Sono passati 38 anni dalla nascita del fenomeno Dragon Ball: nel 1984 il manga ideato da Akira Toriyama debuttò in Giappone su “Weekly Shonen Jump”, una delle più longeve testate settimanali di manga, pubblicata da Shūeisha, e in oltre dieci anni e mezzo di pubblicazione diventò un’icona mondiale. La fama del protagonista Son Goku, o semplicemente Goku, da allora è cresciuta di anno in anno anche perché dalla serie sono poi sbocciati un anime, dei film, giochi, gadget e, ultime in ordine di tempo, diverse skin su Fortnite, da cui sono nati tra l’altro divertentissimi meme, soprattutto su Twitter e Reddit.

Anche su TikTok, il social del momento, è invaso da video e spezzoni delle scene epiche di questa saga che ha caratterizzato l’infanzia dei trentenni e quarantenni di oggi.

A fare la differenza rispetto agli altri cartoni animati, fin dalle prime avventure di Goku con il simpatico Maestro Tartaruga, fu l’evoluzione sia fisica che psicologica del protagonista, che i suoi fan hanno visto crescere da bambino a padre di famiglia, da allievo che studia le arti marziali a supereroe che sconfigge i cattivi e protegge il mondo dal male.

Una lunga saga curata nei minimi dettagli, che ha saputo ben mixare insegnamenti e divertimento, combattimenti spettacolari e storie d’amore, mostrando agli adulti di oggi che con impegno e tenacia si possono raggiungere i risultati desiderati e che tutti abbiamo un potere latente (ma dobbiamo imparare a farlo uscire).

Oggi Dragon Ball continua a evolversi, rimanendo se stesso, e senza sbagliare un colpo, come dimostrano i numeri: il manga dei record ha raggiunto i 260 milioni di copie vendute nel mondo.

@_zarro8 #goku#vegeta #ultrainstinct #fyp#viral#dragonball #fyp ♬ sonido original – ᜰ