Future L’Ikea compra foreste (per non toccarle)

L’Ikea compra foreste (per non toccarle)

Continua la corsa di IKEA verso l’obiettivo di diventare un’azienda carbon neutral, ovvero di bilanciare ogni emissioni provocata con un investimento equivalente di limitazione della CO2 (ad esempio, piantando alberi). Non è una missione facile per nessuno, in particolare per una multinazionale che fa del legno il suo elemento principale. Per questo il gruppo svedese (anzi, Ingka Group, gruppo proprietario della maggior parte dei negozi della catena) ha da poco annunciato di aver acquistato 10.840 acri di foreste nel sud della Georgia, negli USA, con tanto di giuramento di conservazione dei suoi alberi più rari (e di una specie di testuggine locale).

Con questa operazione il gruppo arriva a possedere circa 616 mila acri di terreno boschivo tra Europa e Nord America, di cui “nessuna quantità importante” è utilizzata nei mobili IKEA, come sottolinea la stessa azienda. Il percorso verso la sostenibilità della società svedese è iniziato nel 2021, quando si diede l’obiettivo di usare solo legno proveniente da fonti sostenibili entro il 2020: ebbene, proprio lo scorso anno è stato così per il 98% del legno usato. E quel 2% mancante? È la stessa IKEA a sottolineare quella piccola mancanza, spiegando che “a causa degli sconvolgimenti o di partner di business e di rifornimento, non possiamo garantire il 100% in ogni momento”.

(Foto: IKEA)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Future

Ogni mercoledì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Allegri in pole per la panchina del Real (e Zidane alla Juve?)

L'ex tecnico di Milan e Juventus se la gioca con la bandiera di Madrid Raul Gonzalez Blanco. E intanto Allegri studia lo spagnolo con la compagna Ambra Angiolini

Salute Berlusconi, gli effetti del “long Covid”: ecco come sta

Girano voci contrastanti riguardo la salute di Berlusconi: il Presidente di Forza Italia è stato di nuovo ricoverato in ospedale per qualche...

Il giudice del “caso Salvini” che manda in tilt buonisti, sovranisti e pasdaran del lockdown

Nunzio Sarpietro assolve Salvini dal sequestro di persona per nave Gregoretti. Il leader della Lega esulta: “Un giudice che studia”. Ma è lo stesso che ha tolto l'associazione a delinquere alla ong Proactiva Open Arms ed è stato beccato a pranzo al ristorante durante il lockdown

Iscriviti a True Future

Ogni mercoledì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Perché Gucci investe nell’agricoltura rigenerativa?

E non solo: anche Timberland e Patagonia puntano sempre più sul settore

Fatturato in calo 5,4%: il peso economico del cambiamento climatico

Ogni grado in più ci costa una fortuna, secondo il Politecnico

Come Nick Clegg è diventato il Ministro degli Esteri di Facebook

Questa settimana si è parlato tanto di Oversight Board, da qualcuno definita “la Corte Suprema di Facebook”. Le somiglianze tra il gigante...

Piantare alberi è solo l’inizio. Anche se sono 60 milioni

La Fondazione Alberitalia vuole riempire il Paese di verde, e ha un piano

Trump vuole tornare online, i social preferiscono di no

Facebook conferma il bando mentre Trump si fa un Twitter personale