Future La Cina si fa la criptovaluta di Stato

La Cina si fa la criptovaluta di Stato

La scorsa settimana, senza fare troppo rumore, la Cina ha fatto un passo decisivo per il dominio finanziario del mondo. Pechino ha infatti presentato lo e-yuan, una valuta digitale di stato basato sulla blockchain. Calma, però, perché si fa presto a dire che è nato il Bitcoin cinese. In realtà, questa valuta tradisce una delle più importanti regole delle criptovalute: l’anonimato. 

Crypto-Pechino

Lo e-yuan consentirà al governo cinese di monitorare e controllare qualsiasi scambio avvenuto con la valuta: uno scenario preoccupante anche per le sue ambizioni internazionali. A raccontarlo è il Wall Street Journal, che ha sottolineato come questa mossa stia facendo scalpitare i supporter delle criptovalute americani, aprendo un fronte geopolitico in questo settore già piuttosto esuberante. 

Il Journal ricorda come già un migliaia di anni fa la Cina abbia fatto la storia del denaro creando le banconote di carta. Lo e-yuan viene presentato come una decisione dal peso storico simile: è il primo caso di governo nazionale che crea una valuta digitale, perfetta anche per i Paesi in via di sviluppo, finora strettamente legati al dollaro statunitense.

Come funzionerà?

Quanto allo e-yuan, funzionerà similmente a questi servizi. Gli utenti potranno scaricare wallet dove tenere i loro soldi digitali e che possono creare QR code con cui pagare beni e servizi. Tutto sotto l’occhio attento di Pechino, sempre più puntato anche al di fuori dei confini nazionali.

La popolazione cinese è già piuttosto abituata al denaro digitale. Ad oggi 770 milioni di abitanti fanno pagamenti mobile, grazie ad app come Alipay e WeChat Pay. Quest’ultimo è particolarmente importante, fa parte di WeChat, un’app che è un incrocio tra un social network e Whatsapp, con cui è possibile fare praticamente tutto. Anche pagare le bollette o il conto al ristorante, ad esempio.

(Foto: CGTN)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Future

Ogni mercoledì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Allegri in pole per la panchina del Real (e Zidane alla Juve?)

L'ex tecnico di Milan e Juventus se la gioca con la bandiera di Madrid Raul Gonzalez Blanco. E intanto Allegri studia lo spagnolo con la compagna Ambra Angiolini

Salute Berlusconi, gli effetti del “long Covid”: ecco come sta

Girano voci contrastanti riguardo la salute di Berlusconi: il Presidente di Forza Italia è stato di nuovo ricoverato in ospedale per qualche...

Il giudice del “caso Salvini” che manda in tilt buonisti, sovranisti e pasdaran del lockdown

Nunzio Sarpietro assolve Salvini dal sequestro di persona per nave Gregoretti. Il leader della Lega esulta: “Un giudice che studia”. Ma è lo stesso che ha tolto l'associazione a delinquere alla ong Proactiva Open Arms ed è stato beccato a pranzo al ristorante durante il lockdown

Iscriviti a True Future

Ogni mercoledì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Perché Gucci investe nell’agricoltura rigenerativa?

E non solo: anche Timberland e Patagonia puntano sempre più sul settore

Fatturato in calo 5,4%: il peso economico del cambiamento climatico

Ogni grado in più ci costa una fortuna, secondo il Politecnico

Come Nick Clegg è diventato il Ministro degli Esteri di Facebook

Questa settimana si è parlato tanto di Oversight Board, da qualcuno definita “la Corte Suprema di Facebook”. Le somiglianze tra il gigante...

Piantare alberi è solo l’inizio. Anche se sono 60 milioni

La Fondazione Alberitalia vuole riempire il Paese di verde, e ha un piano

Trump vuole tornare online, i social preferiscono di no

Facebook conferma il bando mentre Trump si fa un Twitter personale