Come superare i test d’ingresso all’università grazie all’AI

La startup EdTech Futura è specializzata nella didattica per il superamento dei test di ammissione universitaria e nel tutoring attraverso percorsi adattivi, basati sull’Intelligenza Artificiale

Hanno visto amici e familiari dire addio al loro sogno di intraprendere la carriera medico sanitaria a causa di un test di ammissione non superato. Da lì è nata l’idea: come aiutare le persone a passare la selezione d’ingresso all’università? Subito è arrivata anche la risposta: sviluppando modelli di intelligenza artificiale per rivoluzionare il processo di studio, creando percorsi personalizzati in grado di adattarsi alla velocità di apprendimento di ogni studente.

Come superare i test d’ingresso all’università: la storia di Futura

Prende così il via la storia della startup edtech Futura, fondata nel 2020 da 3 giovani under 25: : Andrea Chirolli, Founder & CEO, Francesco Salvatore, Founder & CPO, e Lorenzo Pinto, Founder & CTO. Nata inizialmente con il nome Accademia dei Test, oggi Futura è specializzata nella formazione personalizzata, volta principalmente ad aiutare gli studenti a superare i test d’ingresso per le professioni medico-sanitarie, attraverso dei percorsi mirati a 360°. In meno di due anni ha raggiunto oltre 1500 studenti e circa il 73% dei ragazzi che hanno frequentato i corsi ha poi superato effettivamente il test di ammissione.

 

Nei giorni scorsi Futura ha chiuso un round record da 1.8 milioni di euro, il più grande seed nel settore dell’education in Italia, guidato da una cordata di fondi di investimento rilevanti a livello nazionale e internazionale, tra cui il lead investor United Ventures, Exor Seeds, Ithaca Ventures, LVenture Group e diversi Business Angel tra cui Luca Ascani (Accel Starter), Matteo De Brabant (founder di Jakala) e Attilio Mazzilli (partner di Orrick).

Grazie al capitale raccolto, Futura intende diventare il punto di riferimento nel mercato europeo della test preparation e del tutoring, quadruplicando il proprio fatturato nel 2022, assumendo nuovi talenti e investendo sullo sviluppo di tecnologie per democratizzare l’apprendimento, con l’obiettivo finale di rendere accessibile l’istruzione di qualità abbattendo le barriere socio economiche.

Superare i test d’ingresso all’università grazia all’A.I.: come funziona Futura

I dati pubblicati dal MIUR sul numero di studenti che hanno tentato il test di Medicina e Chirurgia nel 2021 confermano, ancora una volta, che le prove di ammissione alle professioni sanitarie rappresentano il più grande imbuto formativo nel nostro Paese, che blocca o ritarda le carriere di tanti talenti: a settembre 2021, infatti, sono stati 77.376 i candidati che si sono iscritti al test di Medicina e Chirurgia, a fronte di soli 14.020 posti disponibili: la probabilità di entrare, insomma, è una su cinque.

 

Considerata la sfida, come funziona Futura? La startup sfrutta le potenzialità della sua piattaforma per testare le competenze di ogni singolo studente e creare, in automatico, un percorso di studio personalizzato che si aggiorna in base all’avanzamento dell’apprendimento, grazie a sofisticati algoritmi e sistemi di Intelligenza Artificiale. I corsi sono curati da docenti selezionati e offerti in abbonamento mensile.

Proprio in questi giorni è in partenza YesMed Summer 2022, il corso estivo di oltre 200 ore di lezioni teoriche e pratiche, che accompagnerà gli studenti fino al giorno dell’esame.

Un percorso a 360° che affronta tutte le discipline comprese nei test: biologia, chimica, logica, fisica, matematica e cultura generale. Il corso è esclusivamente online e prevede una sessione di lezioni al mattino ed esercitazioni al pomeriggio. Oltre a un tutor privato, al quale potersi rivolgere in ogni momento in caso di bisogno, tutti gli studenti hanno accesso alle slide delle lezioni e alla piattaforma Futura, dove poter trovare oltre 30.000 quiz commentati, simulazioni rapide e test per singola materia.

La piattaforma permette ad ogni studente di vedere i risultati ottenuti in ogni prova e di consultare le risposte sbagliate. 

Quiz e simulazioni aumentano di difficoltà con il progredire della preparazione, grazie all’Intelligenza Artificiale. “La preparazione ai test di ammissione è spesso frustrante, impegnativa e difficile da affrontare in autonomia, per questo motivo vogliamo creare una proposta formativa che sia molto di più di un semplice corso ma un percorso a 360°, costruito sulle esigenze individuali, che accompagna gli studenti per tutta l’estate, fino al giorno del test”, commenta Francesco Salvatore, Founder & CPO.