Live

“Puoi mettere la mascherina?”, il cliente gli spara in testa: ucciso benzinaio 20enne

Il benzinaio: "Devi mettere la mascherina". Il cliente risponde con un colpo di pistola in testa. La vittima ha solo 20 anni.

Un giovane cassiere, di soli vent’anni, è stato ucciso con un colpo di pistola alla testa per aver chiesto al suo carnefice di indossare la mascherina obbligatoria. L’omicidio ha avuto luogo lo scorso sabato in una stazione di servizio di Idar-Obenstein, nella Germania Occidentale.

“Devi mettere la mascherina.”, il cliente gli spara in testa

Il colpevole, arrestato la mattina dopo il fatto, è un uomo di 49 anni. Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, si è presentato alla stazione di servizio nella tarda sera di sabato, per poi avviarsi alla cassa con una confezione di sei birre. La vittima si è rifiutata di servirlo perché l’uomo non indossava una mascherina. L’uomo è poi tornato alla stazione un’ora dopo, con naso e volto coperto, e si è ripresentato alla cassa, dove ha scoperto il volto. Dopo l’ennesima richiesta da parte del cassiere di indossare una mascherina, ha estratto la pistola e gli ha sparato in testa, uccidendolo sul colpo, per poi fuggire a piedi. Secondo gli inquirenti, il 49enne sarebbe tornato a casa apposta per recuperare l’arma da fuoco.

 

Il colpevole: “Stressato dal Covid. Volevo mandare un segnale forte.”

Secondo il procuratore di Treviri, Kai Fuhrmann, il 49enne ha confessato subito e si è giustificato dando la colpa del gesto allo stress causato dalla pandemia. L’uomo è fortemente contro le misure anti-Covid e ha dichiarato di sentire di non avere altra scelta che “dare un segnale forte“. Ritiene che la vittima fosse “responsabile per l’intera situazione, dato che chiedeva il rispetto delle regole”. Ha inoltre aggiunto di aver banalmente dimenticato la mascherina la prima volta che è entrato nel negozio.