Live

Palermo, chiuso il locale “Casa Cuba” dopo i controlli: in 300 a ballare senza distanziamento

Chiuso il noto locale "Casa Cuba" di Palermo in seguito ai controlli della polizia. Oltre 300 persone ballavano senza distanziamento.

Blitz nel locale “Casa Cuba” di Palermo: oltre 300 persone sono state sorprese a ballare senza distanziamento e in violazione delle norme anti Covid. I finanzieri del comando provinciale di Palermo hanno chiuso il locale disponendo una sanzione dai 400 ai 1.000 euro per il titolare della struttura e l’organizzatore dell’evento.

Palermo, chiuso il locale “Casa Cuba” dopo i controlli

L’evento, che si è tenuto il 17 agosto nel locale di Palermo “Casa Cuba” era stato pubblicizzato sui social e in serata sono scattati i controlli della polizia e della guardia di finanza che hanno sorpreso oltre 300 persone ballare in violazione delle misure di contenimento anti Covid.

I finanzieri del comando provinciale di Palermo, insieme ai poliziotti della divisione amministrativa di sicurezza della Questura, hanno disposto la chiusura del locale per cinque giorni, con una sanzione dai 400 ai 1.000 euro per il titolare della struttura e l’organizzatore dell’evento.

“Casa Cuba”, in 300 a ballare senza distanziamento

Sorprese a ballare nel noto locale “Casa Cuba” di via Messina Marine a Palermo oltre 300 persone che si stavano divertendo senza però rispettare il distanziamento e le norme in vigore anti Covid.

Inoltre, grazie al contributo di un cane cinofilo, è stato sanzionato un cliente che era in possesso di sostanze stupefacenti ai fini del consumo personale. Altre sostanze stupefacenti sono state rinvenute nelle adiacenze del locale nel corso dei controlli.