Live

Luca Zingaretti, addio al Commissario Montalbano: cosa succede ora?

Luca Zingaretti, addio al Commissario Montalbano: non è più solo ipotesi ma notizia confermata sia dall'attore sia dalla Rai.

Luca Zingaretti, addio al Commissario Montalbano: dopo oltre 20 anni nei panni del commissario nato dalla pena di Camilleri, l’attore è sempre più deciso ad abbandonare la serie.

Luca Zingaretti, addio al Commissario Montalbano

Il Commissario Montalbano potrebbe continuare senza Luca Zingaretti. Nonostante la morte dello scrittore siciliano Camilleri e dello storico regista della serie di Rai1, Alberto Sironi, e l’espressa volontà dell’attore di concludere la sua esperienza ventennale, la fiction potrebbe avere un seguito inaspettato con un nuovo personaggio e di conseguenza attore.

Il metodo Catalanotti, che tra l’altro risulta essere il programma più visto del 2021 (escluse le partite della Nazionale), potrebbe insomma non essere il gran finale della serie: dopo quindici stagioni e trentasette episodi – tutti con ascolti record –, si potrebbero realizzare altre due puntate, la prima tratta da Riccardino, uscito postumo nel 2020, la seconda da Il cuoco dell’Alcyon, edito nel 2019, le ultime due opere di Camilleri.

Zingaretti stesso in una recente intervista aveva dichiarato il suo desiderio di lasciare per sempre il ruolo del Commissario.

Per me è stata un’avventura professionale e umana meravigliosa. Adesso mi sembra conclusa”, ha sottolineato Zingaretti . “L’autore non scrive più e anche il mio amico regista, Alberto Sironi, se ne è tristemente andato. Ha senso terminare la saga filmando gli ultimi due romanzi inediti anche in segno di rispetto verso di loro? Oppure è proprio la loro mancanza a suggerire un rispettoso silenzio? Propendo per la seconda ipotesi”.

Chi per il post Luca Zingaretti?

La direttrice di Rai Fiction Maria Pia Ammirati al mensile Tivù ha confermato il desiderio dell’attore: “Ad oggi Luca Zingaretti non vorrebbe continuare. Noi stiamo comunque ragionando con Palomar su un’ipotesi di serialità, anche senza Zingaretti, perché questa serie è troppo amata dal pubblico per rinunciarvi”.

Dunque, resterà da capire chi attore potrà prendere in carico un’eredità così pesante, nonostante l’aria di cambiamenti e nuove storie che hanno trovato conferma di ascolti.