Chi era Anastasia Alashri, giovane ucraina di 23 anni trovata morta a Fano

Anastasia Alashri, giovane profuga di 23 anni ucraina che era scomparsa, è stata ritrovata morta

Anastasia Alashri, la giovane di 23 anni ucraina che era scomparsa, è stata ritrovata morta oggi, lunedì 14 novembre, e la sua morte denota l’ennesimo femminicidio. Ma chi era la donna che parrebbe essere stata uccisa dal marito a coltellate?

Chi era Anastasia Alashri

Anastasia Alashri, giovane ucraina di 23 anni, parrebbe essere stata vittima di un femminicidio in quanto, secondo le prime ricostruzione, sarebbe stata uccisa dal marito. Il giovane, infatti, è stato fermato alla stazione di Bologna e arrestato per omicidio mentre tentava di fuggire.

Il corpo della donna, che è stato ritrovato dopo una serie di ricerche, parrebbe confermare che sia stata uccisa a coltellate. La giovane, che era madre di un bambino di due anni e faceva la cameriera all’Osteria Dalla Peppa di Fano, di proprietà della famiglia del deputato ed ex assessore regionale Mirco Carloni. Il suo cadavere è stato trovato nelle campagne di Villa Giulia, nel territorio di Fano e avrebbe ricevuto, secondo una prima analisi, almeno 3 coltellate, due delle quali al collo e al torace.

Negli ultimi mesi, la giovane aveva deciso di rivolgersi ai Carabinieri e denunciare le vessazioni del marito, situazione che la aveva portata ad abbandonare la sua casa per andare a sostare da un suo amico e collega di lavoro.

La fuga dall’Ucraina all’Italia

La donna pare anche che era una profuga Italia, arrivata in Italia dopo lo scoppio della guerra tra la Russia e l’Ucraina. Giunta a Fano nel mese di marzo a seguito degli eventi bellici di Kiev, era arrivata in Italia assieme al marito di origini egiziane, classe 1980, e al figlio della coppia di 2 anni.