Chi è Renato Brunetta, ex berlusconiano: moglie, carriera, studi, body shaming

Chi è Renato Brunetta, ex berlusconiano e ministro della pubblica amministrazione nel governo di Mario Draghi?

Renato Brunetta, ministro della pubblica amministrazione del governo Draghi, ha lasciato Forza Italia dopo anni di militanza nel partito di Silvio Berlusconi. Ma chi è Renato Brunetta? Cosa sappiamo della sua carriera politica e della sua vita privata?

Chi è Renato Brunetta

Renato Brunetta, veneziano di origini, è nato il 26 maggio 1950. Politico di centro-destra, ha militato per moltissimi anni con Silvio Berlusconi in Forza Italia dal 13 febbraio 2021 è stato nominato ministro per la pubblica amministrazione nel governo Draghi. Figlio di un venditore ambulante e ultimo di tre fratelli, è cresciuto a Venezia ed è laureato in scienze politiche indirizzo economico.

In università, dopo la laurea, ha avuto modo di ricoprire diversi incarichi. Nel 1973-74 è assistente universitario fino a che nel 1977-78 è professore di Economia e politica del lavoro per la Facoltà di Scienze Politiche. Nel 1982 diventa professore associato fino a che diventa professore ordinario di economia politica all’università di Tor Vergata di Roma.

Dal 1976 è giornalista pubblicista ed è autore di diverse pubblicazioni su Il Giornale e Il Sole 24 ore. Per un periodo è stato anche direttore de Il Riformista Economia fondato il 21 settembre 2020.

La carriera politica in Forza Italia

Le radici politiche di Renato Brunetta sono socialiste, tanto che inizia a fare politica in qualità di consigliere economico del governo Craxi I. Nel 1999, anno di svolta per la sua carriera politica, entra a far parte di Forza Italia e diventa deputato al parlamento Europeo (dove poi fu rieletto nel 2004). Negli anni 2007-2008 è vice-coordinatore nazionale di Forza Italia e responsabile del settore programma fino a che nel marzo 2009 entra a far parte della direzione nazionale del Popolo della Libertà.

Nel 2008 è ministro per la pubblica amministrazione nel quarto governo di Silvio Berlusconi. Sempre con Silvio Berlusconi, è stato capogruppo alla Camera per Il Popolo della Libertà nel 2014 ma nel febbraio 2015 decide di dare le dimissioni (respinte poi da Berlusconi). Nel 2018, alle elezioni politiche nazionali, viene rieletto alla Camera fino a che non verrà poi chiamato da Mario Draghi come ministro della pubblica amministrazione in quota Forza Italia

L’addio a Forza Italia

Nel luglio 2022, dopo la caduta del governo di Mario Draghi provocata anche da Forza Italia, Renato Brunetta decide di lasciare Forza Italia. Volto storico del partito di Silvio Berlusconi, ha accusato Forza Italia di essersi appiattita sulle posizioni di Matteo Salvini non consentendo al governo Draghi di continuare il suo lavoro per il paese. Come lui, ha lasciato Forza Italia anche Maria Stella Gelmini, ministra per gli affari regionali nel governo Draghi.

Il body shaming e la polemica con Marta Fascina

In un’intervista rilasciata a In Mezz’ora su Rai 3 il 24 luglio 2022, Renato Brunetta ha sostenuto di essere stato in questi anni più volte “violentato” a livello mediatico per il suo “non essere alto”. “Non ho scelto io di essere alto o basso, sono responsabile delle mie idee, di quello che faccio, ma non di essere tappo o nano”, ha infatti detto Renato Brunetta nell’intervista in risposta a Marta Fascina, aggiungendo “Marta ho scritto libri, ho fatto tante cose, ma essere violentato su questo.

Lo dico anche per quelle bambine che non hanno avuto la fortuna di essere alti e belli e stanno soffrendo e possono avere in me un esempio, della serie: ma guardate Brunetta, tappo e nano com’è, vedere dove è arrivato..(…) mi dicono tappo o nano e ho sofferto e continuo a soffrire per questo. Ma per fortuna ho le spalle larghe perché ho fatto molte cose, il prof universitario il parlamentare anche europeo, sono stato ministro due volte“.

Moglie

La moglie di Renato Brunetta si chiama Tommasa Giovannoni, chiamata confidenzialmente “Titta”. La donna ha cinquantotto anni, essendo nata nel 1963, e i due sono sposati dal 2011. Il loro matrimonio è stato celebrato l’11 luglio 2011 a Ravello, sulla costiera amalfitana ed erano presenti diverse personalità del mondo politico.