Economy La fuga dalla Silicon Valley non si ferma

La fuga dalla Silicon Valley non si ferma

Una strana conseguenza dello smart working e del decentramento dei luoghi di lavoro è l’effetto che ha nello spazio in cui le aziende nascono e fioriscono. Non parliamo dei distretti industriali, che per ovvi motivi sono piuttosto difficili (pesanti) da spostare, quando di quelli del terziario. Il terziario avanzato e specializzato. Insomma, dalla Silicon Valley in giù. La pandemia ha colpito anche queste aziende, anche se dai bilanci non si direbbe. Li ha colpite non nel portafoglio ma nel mito che le aveva forgiate, quell’area nella California del nord attorno alla baia di San Francisco, dove a partire dagli anni Sessanta nacquero aziende informatiche, dai Bell Labs alla Hewlett-Packard, per arrivare alle startup nate dai proverbiali garage, come Apple.

Il 2020 ha fatto piazza pulito di questa favola. Gli affitti – che da queste parti sono assolutamente folli – sono scesi del 24% e gli uffici sono incredibilmente vuoti. Gli introiti delle tasse locali, ottimo metro per misurare lo stato della popolazione in città, sono crollati del 40%, tanto da spingere il San Francisco Chronicle ad ammetterlo: “La gente sta abbandonando la città”. Ma per andare dove?

Il picco della Valley

Prima di dirlo, è bene spiegare la causa del successo recente della Valley. Come spiega l’analisi della società di investimenti Initialized, il picco dell’area è stata nel 2014. Dopo il 2008 e la crisi finanziaria, infatti, la Baia divenne particolarmente economica e conveniente ma la crescita del settore digitale – e la nascita di tanti “unicorni”, le startup miliardarie – hanno causato l’aumento dei prezzi: “è diventato molto più difficile competere con la Big Tech nel recruiting e così è iniziat il trend opposto, con le aziende che hanno cominciato a spostarsi fuori”. Già nel 2018 meno della metà delle aziende in cui Initialized ha investito era nella California del Nord. Nel 2020 è diventato meno del 33%. E se nel febbraio 2020 le aziende decentralizzate, basate su team distribuiti e lo smart working, erano il 17% del portofolio, la percentuale “è destinata a raddoppiare al 36%”.

Dove se ne vanno? Alcuni scendono in California verso Los Angeles, anche se i techies sembrano aver trovato una nuova città di riferimento, più a sud e lontano dall’oceano: Austin, in Texas, città poco affine allo spirito texano che molti di noi conoscono, da sempre vivace e aperta. Oppure Miami: è qui che sempre più imprenditori, artisti e VC decidono di svernare. Addio, San Francisco?


(Foto: Computer History Museum/Maryanne Regal Hoburg)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Più articoli dello stesso autore

Semestre bianco: cos’è, quando inizia e cosa significa per Sergio Mattarella

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sta per entrare nel suo "semestre bianco". Ma cos'è e perché è importante?

F1, Sebastian Vettel penalizzato per la maglia arcobaleno: la protesta del pilota contro la legge anti-Lgbtq+ in Ungheria

Vettel, il pilota della Ferrari, è sotto investigazione per non aver rispettato le procedura del pre-gara del Gran Premio in Ungheria.

Vanessa Ferrari, quando gareggia: data, ora, come vedere la diretta tv della finale delle Olimpiadi Tokyo 2021

Vanessa Ferrari è arrivata in finale di corpo libero alle Olimpiadi di Tokyo 2021. Proverà a vincere la medaglia d'oro olimpica.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Varie ed eventuali su Just Eat, quote rosa e Olimpiadi invernali Milano-Cortina

Bergamo e Brescia depongono l'ascia di guerra mentre avanzato le quote rosa nell'industria alimentare Rondanini. E Just Eat...

Be cresce: valore di produzione oltre i 106 milioni (+27,8% sul 2020)

"Produzione oltre i 106 €/mln con un +27,8%, +35% sull’EBITDA Y/Y e +58,1% sull’EBT Y/Y. Sono risultati importanti derivanti sia da una...

La Cassazione sul diritto al rimborso degli oneri fideiussori sostenuti dai contribuenti per l’ottenimento dei rimborsi IVA “accelerati”

La Cassazione ha precisato gli aspetti legati ai termini per poter richiedere il rimborso degli oneri fideiussori

Rai, c’è un nuovo “caso Report”. Anche Helbiz vuole conoscere le fonti anonime di Sigfrido Ranucci

Dopo la puntata di Report "Il mago di Helbiz", anche il colosso dei monopattini elettrici vuole conoscere le fonti anonime di Sigfrido Ranucci. Ha presentato una richiesta di accesso agli atti al Comune di Milano

Pnrr e criminalità organizzata, così le mafie puntano ad appalti e green economy

Grandi opere, infrastrutture digitali, rischio idrogeologico, green economy: il pnrr è in arrivo, ma va difeso dagli appetiti