Economy Come il Recovery plan ha fatto sparire il salario minimo

Come il Recovery plan ha fatto sparire il salario minimo

È un mistero all’italiana. Una cosa c’era fino alla sera prima del grande evento e poi, proprio sul più bello, risulta scomparsa nel nulla. Non parliamo di un colpo in banca o di un gioco di prestigio ma, più semplicemente, del Recovery plan presentato nei giorni scorsi da Mario Draghi. All’intero del quale, era stato detto, avremmo trovato anche il salario minimo legale. Insomma, un provvedimento con cui fissare un tetto minimo per le retribuzioni dei lavoratori, che trovava d’accordo Movimento 5 Stelle e il segretario del Pd Enrico Letta. E invece, puf.

I fatti: nella versione del “Piano nazionale di ripresa e resilienza”, data in anteprima il sabato sera scorso, il salario minimo c’era. Peccato non sia sopravvissuto al weekend, defenestrato giusto in tempo per la presentazione ufficiale. Una misura particolare, quella del salario minimo, in grado di mettere d’accordo Confindustria e sindacati: la prima per ragioni forse prevedibili; i secondi, perché ritenevano opportuno rimanere nei contratti collettivi.

A un certo punto, alla fine dello scorso marzo, sembrava che l’approvazione del salario minimo legale, in discussione al Senato dal 2019, fosse vicina. Anche grazie alla Commissione europea, che aveva sollecitato gli Stati membri a introdurlo. La proposta prevedeva un tetto minimo di nove euro all’ora per i lavoratori, anche se non era ancora stato definito un parametro preciso per il suo calcolo. A inizio anno, il presidente dell’Inps Pasquale Tridico aveva spiegato come un salario minimo di otto euro avrebbe portato 3,3 miliardi di euro nelle tasche dei lavoratori.

Peccato che il Next generation Eu – vero nome del Recovery Fund – non abbia avuto tempo per queste cose. Un mistero che lascia molte domande senza risposta. Ad esempio: è davvero la fine del salario minimo legale? E poi: che dirà la Commissione europea di questo trucchetto? E, soprattutto, come la prenderanno i lavoratori?

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Più articoli dello stesso autore

Temptation Island, ultima puntata: come vederla, chi sono i finalisti, anticipazioni

Martedì 27 luglio andrà in onda in prima serata l'ultima puntata di Temptation Island. Come vederla, chi sono i finalisti e le anticipazioni.

Sfruttamento di manodopera straniera nell’azienda Grafica Veneta

Sfruttamento di manodopera straniera nell'azienda Grafica Veneta di Trebaseleghe in provincia di Padova nel Veneto. 11 gli arrestati

Cos’è il semestre bianco e perché è importante

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sta per entrare nel suo "semestre bianco". Ma cos'è e perché è importante?

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Borsa italiana, alta tensione: le semestrali post Covid? Tutte il 29 luglio. Analisti e Sim contro la Consob, rischio trasparenza sui mercati

Tutte le semestrali post covid delle big di Piazza Affari presentate in poche ore a fine luglio: da Unicredit a Generali, Moncler, Leonardo, Fincantieri, Raiway, Eni, Saipem e Recordati. Un analista: "Assurdo che Consob lo consenta"

Varie ed eventuali su Olimpiadi, idrogeno e auto elettriche

Il boom di auto elettriche ed ibride, i paperoni dello sport olimpico e le vendite vertiginose del prosecco

Brunello Cucinelli fa imbarazzare Gedi per la doppia intervista a La Stampa e Repubblica

Brunello Cucinelli, quella doppia intervista al Gruppo Gedi fa discutere. E anche la sua filantropia anche verso i no-vax

Genova, il G8 e la storia del Black Bloc: dagli anni ’80 a Seattle, ecco la “tattica” che ha cambiato il modo di manifestare

Chi sono i black bloc? Dagli anni '80 ad oggi, storia di un nuovo modo di manifestare che ha fatto scuola in tutto il mondo

Reinventing Cities Milano, Redo e le coop vincono la gara dell’ex Macello

Reinventing Cities Milano, fine dei giochi all'Ex Macello: Redo e le coop i vincitori. Ecco i nodi del progetto