Live

Marissa, dove sei?

La Silicon Valley è un mondo dominato dagli uomini, in cui poche donne sono riuscite ad arrivare al top. Tra queste c’è sicuramente Marissa Mayer, “la ventesima dipendente della storia di Google”, arrivata in azienda quando era ancora una startup dal futuro incerto. Mayer ha seguito l’ascesa di Google fino al 2012, quando ha lasciato il gigante per un’azienda che, almeno un tempo, era stata la temuta concorrenza.  

Nel 2012, infatti, è diventata CEO di Yahoo. La prima donna a ricoprire quel ruolo, la primissima a farlo da incinta. Putroppo l’avventura non ha rispettato le aspettative altissime dei primi giorni e nel 2019 Mayer ha lasciato l’incarico dopo una serie di investimenti poco riusciti, come l’acquisiazione del social network Tumblr. Insomma, nemmeno lei è riuscita a raddrizzare Yahoo, vecchio arnese del dot com che è stato poi svenduto a Verizon.  

Dopo un paio d’anni di silenzio, però, Mayer è tornata con con Sunshine Contacts, il primo prodotto della sua nuova startup, chiamata anch’essa Sunshine. Che cos’è? È un app per ora solo “su invito” con cui gestire contatti mail e telefonici, unirli e “pulirli”. Nulla di troppo sconvolgente ma è un gradito ritorno. (Foto: Magnus Höij)