Economy Capire la “Fuga dalla città”

Capire la “Fuga dalla città”

Abbiamo parlato spesso delle città e del loro futuro su queste pagine. Inevitabilmente, abbiamo scritto tanto di Milano, città che più di tutte, nel nostro Paese, ha sofferto la pandemia, sia dal punto di vista sanitario che lavorativo. Che succede alla città del lavoro quando il lavoro si blocca, si isola, e trionfa il telelavoro? Questa domanda è tra i punti cruciali di Fuga dalla città. Milano-Italia. L’inchiesta sulla metropoli simbolo di un Paese che fatica a rialzarsi (Chiarelettere), il nuovo libro di Fabio Massa, direttore di True News. Un viaggio giornalistico che racconta la fase d’estrema difficoltà del Paese dal punto di vista della sua locomotiva, alle prese con una “fuga generale che è dei capitali, dei lavoratori, degli studenti, dei turisti”. L’ex damigella italiana, the place to be degli ultimi anni, è stata sconvolta e ora deve rialzarsi: ma come?

Massa cerca la risposta a questa domanda ripercorrendo alcune vicende della città e intervistandone i protagonisti, in una lunga lista di ospiti che include: Giuseppe Guzzetti, ex presidente di Fondazione Cariplo, Ferruccio Resta, rettore del Politecnico, il primo cittadino Beppe Sala, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, l’architetto Stefano Boeri e l’assessore Pierfrancesco Maran, tra gli altri. Problemi vecchi e nuovi, dinamiche pandemiche che si associano a vecchi vizi e virtù della città: tutto pesa sul conto finale di una capitale morale divisa tra estrema ricchezza e sfruttamento, il disastro della sanità e la crisi della cultura, mentre nemmeno il calcio riesce a garantire le glorie d’un tempo. Una città da rimettere in moto al più presto, per tornare a vivere (e a lavorare) come prima. Anzi, meglio di prima.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Più articoli dello stesso autore

Inalca, azienda leader nell’industria della carne: attività, governance, fatturato

Leader nell’industria della carne, Inalca è una delle poche aziende in Italia che segue tutta la filiera, dall’allevamento alla vendita

Hotelturist (Th Resorts): società, azionisti, management

Conoscere nuovi posti e assaporare prelibatezze culinarie, tutto da vivere in luoghi magici e soprattutto accoglienti. Hotelturist, società operante nel settore alberghiero,...

Valvitalia, la società italiana di valvole che compete con le multinazionali straniere

Attiva nel settore delle valvole, Valvitalia è la società italiana che fa concorrenza alle grandi aziende americane

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Nomine e parità di genere: il modello Invimit per le scelte di Draghi?

Un presidente uomo e un amministratore delegato donna (o viceversa) nel valzer delle nomine pubbliche? L'idea circola sul modello di Giovanna Della Posta in Invimit che affianca Trifone Altieri. Ma è più facile a dirsi che non a farsi

Lombardia, l’economia reagisce alla crisi. Ma teme l’incognita Superbonus 110%

E’ presto per dire che il paese ha voltato pagina. Certo è che la Lombardia sta rispondendo meglio. Se servizi, ristorazione e turismo vanno male, l'industria reagisce

Web tax, si parte. Dal rapporto con Usa ai paradisi fiscali, ecco i nodi da sciogliere

L’anno in corso segna una svolta importante per la tassazione dell’economia digitale, essendo prevista la prima effettiva applicazione della web tax italiana. Non mancano, tuttavia, questioni ancora da chiarire, soprattutto in riferimento ai rapporti, particolarmente critici, con l’amministrazione statunitense. A ciò si aggiunge l’assenza di un coordinamento a livello internazionale dovuta all’attuale emergenza da COVID-19

Make America Work Again. Il piano shock di Biden sul lavoro in Usa

Sleepy Joe ha deciso di scommettere il tutto per tutto nei suoi primi 100 giorni: l' American Jobs Plan è il secondo colpo che l’amministrazione ha sparato nel giro di due mesi

Plastic tax, l’eterno rinvio della tassa che tuti odiano

Plastic tax rinviata a gennaio 2022? Secondo la bozza del nuovo decreto sostegni sì, ma si attende l'ufficialità. Federazione gomma plastica e Coldiretti si oppongono alla misura