Caos voli low-cost, il turismo 2022 si sposta sui binari. Ecco le tratte europee dell’estate

Il turismo dell’estate 2022, quello della completa ripresa dopo la pandemia si sposta dal cielo ai binari.

Scioperi delle compagnie low-cost, ritardi e cancellazioni degli aerei. Il turismo dell’estate 2022, quello della completa ripresa dopo la pandemia, nonostante si registri un aumento dei contagi, si sposta dal cielo ai binari.

I  numeri di Trainline: + 103% di passeggeri in viaggio sui treni

Secondo i numeri di Trainline – piattaforma che si occupa di prenotazioni di viaggi in treno – tra il 9 giugno e il 4 settembre 2022 si registra un aumento del 103% nel numero di passeggeri in viaggio rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Le grandi città sono le preferite del periodo: Milano, Roma e Firenze dominano la classifica, seguite da Bologna e Napoli. La prima, e unica, città non Italiana nella Top 15 delle destinazioni più gettonate è Parigi, in undicesima posizione.

Le grandi tratte ferroviarie europee e i 50 anni dell’Interrail

Si viaggia in treno, quindi, non solo all’interno del paese ma anche per raggiungere location europee vicine, come appunto la capitale francese.

Il trend che segna un ritorno, quasi romantico, dei viaggi in treno non è una novità: le linee ferroviarie internazionali sono tornate in auge nell’estate 2021. E i viaggiatori preferiscono spostarsi di notte. A bordo, ad esempio, del Nightjet che viaggia da Vienna a Parigi: circola tre volte a settimana in entrambe le direzioni e corre via Salisburgo, Monaco e Strasburgo. Segue il percorso dell’Orient Express originale, ma a un prezzo decisamente più basso.

Un viaggio di 14 ore che parte da Vienna alle 19:40 e arriva a Parigi alle 9:42, giusto in tempo per un croissant.

Secondo il portale “Si Viaggia”, l’estate del 2022 segnerà l’arrivo dell’European Sleeper Bruxelles -Praga, un treno notturno che partirà dalla capitale del Belgio per attraversare Amsterdam, Hannover e Berlino, prima di arrivare a Praga intorno alle 10:30. Un viaggio disponibile tre volte a settimana, con biglietti in vendita in primavera.

La compagnia, inoltre, ha affermato che lancerà una rotta Bruxelles-Varsavia nel 2023. A giugno è partito, invece, il treno notturno che da Graz conduce a Varsavia. Il convoglio che salirà sui binari dal capoluogo della Stiria, fa scalo a Ostrava, Chałupki e Cracovia prima di terminare la sua corsa a Varsavia verso le 9:00 del mattino. Per il resto, non passa mai di moda il pass “Interrail”, la prima vera esperienza nella storia di viaggio in treno attraverso l’Europa.

Quest’anno l’iniziativa compie 50 anni: da allora – comunicano sul sito del portale – oltre 10 milioni di viaggiatori europei hanno seguito la loro curiosità, ampliato i loro orizzonti e si sono collegati al patrimonio e ai valori europei condivisi attraverso 250.000 km di binari in 33 paesi. Dalle nostre parti, è recente l’istituzione da parte di Ferrovie dello Stato della tratta Milano Centrale-Lione- Parigi Gare de Lyon del Frecciarossa.

I viaggi in treno vengono preferiti per la “lentezza” dell’esperienza e per un’attenzione maggiore alla sostenibilità. Come è ormai noto, i viaggi in aereo hanno un forte impatto sull’emissione di C02 e le nuove generazioni, sempre più green, tengono a un viaggio poco inquinante. E, ora, con i travagli che coinvolgono le compagnie low-cost, vero simbolo della contemporaneità turistica, i treni si configurano come una risposta necessaria.

Andrea Saviane (Trainline): “C’è il desiderio degli italiani di prediligere opzioni di viaggio più “lente”

Spiega a true-news.it Andrea Saviane, Country Manager di Trainline per l’Italia: L’attuale situazione del trasporto aereo sta portando sempre più italiani a preferire mezzi di trasporto alternativi all’aereo, tra cui ovviamente il treno. Come confermato dai dati raccolti dalla nostra piattaforma, i passeggeri che viaggeranno in treno durante il periodo estivo 2022 sono in netta crescita, con un aumento del 103% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. In parte pensiamo ci sia un nesso tra i disordini che nelle ultime settimane che hanno coinvolto le compagnie aeree low cost e il desiderio degli italiani di prediligere opzioni di viaggio più “lente” ma allo stesso tempo più affidabili come il treno. Grazie anche alla presenza di una rete ferroviaria molto estesa lungo le coste, molte destinazioni marittime sono facilmente raggiungibili dalle principali città, elemento che dunque favorisce il successo del trasporto ferroviario.

Successo che tocca non solo le destinazioni domestiche ma anche quelle fuori dal nostro Paese: basti pensare che nella top 15 delle mete più gettonate in termini di passeggeri quest’estate c’è anche Parigi, complice anche i numerosi collegamenti ferroviari presenti su questa tratta. Questo prova che sempre di più il treno viene scelto anche per viaggi a media e lunga percorrenza come alternativa all’aereo“.

Lo scenario prevede stazioni sempre più piene e aeroporti un po’ meno battuti.