Live

E’ scoppiata la padel mania: perché lo sport dell’estate ha così successo

Tutti pazzi per il Padel. Ormai non ci sono dubbi: lo sport dell'estate è questo discendente del tennis e parente dello squash

Tutti pazzi per il Padel. Ormai non ci sono dubbi: lo sport dell’estate, del momento (ma forse sarebbe più corretto dire del biennio) è questo discendente del tennis e parente dello squash capace in pochi anni di conquistare migliaia anzi, decine di migliaia di praticanti. Da nord a sud ormai non c’è paese, villaggio turistico, spiaggia, albergo che non si sia attrezzato per avere al suo interno uno di questi campi letteralmente presi d’assalto da orde di giocatori armati di questa strana racchetta bucherellata.

Il perché di tanto successo è presto detto: il Padel è uno sport alla portata di tutti: maschi e femmine, ragazzi e (chiamiamoli così) meno giovani, e non viene richiesta nemmeno una grossa tecnica per divertirsi. Basta poco, in tutti i sensi.

Addio calcetto, ora si va a giocare a padel

E così ecco che ormai i gruppi di amici non si sfidano più a calcetto ma si danno appuntamento al Circolo per una bella partita a Padel tra risate e sfottò per ogni punto vinto (con buona pace del silenzio imposto sui campi da tennis).

Una vera e propria mania, partita dalla Spagna dove, adesso, il numero di praticanti (amatoriali e professionisti) ha superato sua Maestà il Tennis e, se la crescita dovesse continuare di questo passo, il calcio potrebbe perdere tra non molti anni il suo primato.

Abbiamo detto anni, si. Perché gli esperti sono certi del fatto che ormai questo sport si è talmente radicato tra la gente che l’effetto bolla è diventato impossibile. Non scoppierà mai più, affermano, forse solo nella speranza di rientrare dagli investimenti fatti per costruire un campo.

Quanto costa costruire un campo da padel

E anche qui i vantaggi sono notevoli. A parte le fondamenta (la cui spesa varia a seconda del terreno, del luogo e quindi i costi non sono quantificabili) costruire un campo di Padel scoperto costa intorno ai 20 mila euro. Soldi, dice chi da anni vive nel settore, si recuperano in 3-4 mesi.

Il prezzo delle ore da gioco infatti non è per nulla basso. Si va dai 20 euro per un’ora (ma si tratta di rare eccezioni) fino agli 80 euro per un’ora e mezza in circoli di grandi città come Roma e Milano. I conti sono presto fatti: in un giorno, affittandolo per 10 ore, si incassano 800 euro che diventano 24 mila al mese. Tolte le spese di gestione (basse) appare chiaro come questi campi siano delle vere e proprie slot machines.

Per non parlare poi della manutenzione: rispetto ad un campo in terra rossa di tennis si spendono gli spiccioli…

Quindi si capisce come oggi avere i numeri dei circoli, dei campi, degli appassionati e praticanti sia impossibile. Crescite esponenziali mese dopo mese, come i contagiati dal Covid. Con la differenza che per il virus del Padel non esiste ancora il vaccino.