Politics Seconda ondata? Un miliardo per le Olimpiadi

Seconda ondata? Un miliardo per le Olimpiadi

L’elenco è sterminato: la superstrada Pedemontana Veneta, il collegamento ferroviario Venezia-Aeroporto “Marco Polo”, la linea della metropolitana milanese M4 San Cristoforo-Aeroporto di Linate, il raddoppio delle corsie sull’Autostrada del Brennero con il rifacimento del Ponte Val di Riga. Un alto dirigente lombardo che si occupa di internazionalizzazione e promozione della regione nel mondo le definisce così: “L’unica cosa che ci possiamo ‘vendere’ all’esetero nei prossimi anni”. Sono le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026. Manifestazione a cinque cerchi per assegni a nove zeri. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha firmato a inizio novembre il decreto che finanzia con un miliardo di euro le opere infrastrutturali per le Olimpiadi di Milano-Cortina del 2026. Alcune sono opere su infrastrutture esistenti con finanziamenti già programmati, altre di nuova iniziativa e inserite del Dossier olimpico, altre ancora efficientamenti. A farla da padroni sono trasporti e viabilità. Si era capito sin dal coinvolgimento di Ferrovie dello Stato nella partita “simbolo” dei giochi invernali, quella sullo scalo ferroviario dismesso di Porta Romana a Milano che ospiterà il Villaggio Olimpico degli atleti e delle delegazioni, vinto dalla cordata Coima-Covivo-Prada.

Per Milano arriva anche la Tramvia nel quartiere Santa Giulia per collegare Rogoredo con la stazione Forlanini. Costo stimato 43 milioni di euro, soggetto attuatore è Milano Santa Giulia Spa, società controllata da Risanamento spa e in affari con la multinazionale australiana Lendlease per il programma di riqualificazione del quartiere dove sorgerà anche il Pala Italia realizzato da due vecchie conoscenze delle olimpiadi invernali in Italia – quelle di Torino – come Ovg Europe Limited e il gruppo organizzatore di eventi Live Nation. In Lombardia RFI si occuperà del collegamento ferroviario fra Bergamo e Orio al Serio con un costo stimato di 170 milioni di euro, ma fra le opere connesse alle Olimpiadi già finanziate spazio anche per la Bretella di Gallarate, le varianti di Cisano, Edolo e Tremezzina. In Trentino al via l’acquisto di treni elettrici o ibridi sulla linea Trento-Bassano; 60 milioni di euro andranno per il “Bus Rapid Transit” della Valli Olimpiche. In Alto Adige verrà realizzato l’allacciamento ovest della strada provinciale 40 per l’accesso al centro di mobilità di Brunico oltre ai collegamenti Val Badia-Cortina e la circonvallazione di Dobbiaco.

In Veneto 0ltre a Pedemontana e collegamento Venezia-aeroporto, le varianti di Cortina e Longarone valgono rispettivamente 14 e 19 milioni di euro mentre la “Gronda” di collegamento con la Bretella Verona nord della SS12 verrà realizzata da Anas per 25 milioni.
 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Cr7 dice no alla Coca Cola, ma si presta alle pubblicità per il poker online e il pollo fritto

Cristiano Ronaldo, detto cr7, vuole riciclarsi salutista. Alla Coca Cola dice no, ma il pollo fritto e il poker online?

Green pass: come ottenerlo e quando, in quali occasioni è obbligatorio – LA GUIDA

I vacanzieri italiani stanno scaldando i motori. C’è chi è già in villeggiatura, ma molti si stanno preparando per godersi quest’estate, dopo...

Bonus vacanze 2021 aggiornamento: come, quando e dove usarlo

Tempo di vacanze, esodi di massa? Quasi: 41 milioni di italiani si concederanno un periodo di ferie lontano da casa, ben 11...

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Cr7 dice no alla Coca Cola, ma si presta alle pubblicità per il poker online e il pollo fritto

Cristiano Ronaldo, detto cr7, vuole riciclarsi salutista. Alla Coca Cola dice no, ma il pollo fritto e il poker online?

M5S fallito? La dimostrazione sono Raggi e Appendino

C'è un qualche contrappasso del destino nel fatto che proprio quelli che dovevano rinnovare tutto, alla fine sono sempre gli stessi. Il...

Giuseppe Conte, quella corrispondenza d’amorosi sensi con Alessandro Di Battista

Giuseppe Conte vuole coinvolgere Alessandro Di Battista. E per farlo sta inviando all'ex deputato diversi segnali...

Scalo Romana a Milano, l’architetto Paolo Mazzoleni sarà consulente del Masterplan vincitore

Ci sarà anche Paolo Mazzoleni nella “partita olimpica” per la trasformazione dello scalo ferroviario di Porta Romana

Beppe Grillo sul blog e Massimo D’Alema imbarazzano il Premier Mario Draghi

Le uscite di Beppe Grillo e Massimo D'Alema pro Cina disturbano il premier Mario Draghi, che punta sull'asse filo-atlantico