Non solo propaganda e complotti, a Milano raduno di neofascisti e putiniani

Parlano di quarta teoria, dichiarano di ispirarsi a Dugin e sognano un nuovo mondo multipolare. Ecco le sigle che annunciano incontri

 

Parlano di quarta teoria, dichiarano di ispirarsi a Aleksandr Dugin e sognano un nuovo mondo multipolare. Sono gli ideali che accomunano le tre sigle neo-fasciste e pro Putin che annunciano, tramite un banner che circola sui social, due raduni a Milano. Il primo, mercoledì 15 giugno, sotto l’Arco della Pace, “con gli Amici della Grande Russia”; il secondo, giovedì 23 giugno, sotto Palazzo Marino, con “Ancora Italia e Visione Tv”.

Il Movimento Sociale Eurasia e la “Quarta Teoria Politica”

Tre le sigle presenti nella locandina. A sinistra una Z, a destra il logo di “GR360”, al centro quello del MSE Movimento Sociale Eurasia che si presenta su Facebook come ” partito transnazionale che raccoglie la tradizione delle vecchie destre europee di Jean Marie Le Pen, collegandola alle nuove sintesi filosofiche e geopolitiche del prof. Aleksandr Dugin che, partendo dai concetti di Tradizione ed Eurasia, ha elaborato la Quarta Teoria Politica e prospettato un nuovo mondo multipolare”.

Continua la presentazione: “Siamo un gruppo di uomini leali e coerenti, che non rinnegano il proprio passato politico neofascista, e di uomini liberi, senza padrini e senza padroni. Siamo un dinamico laboratorio di idee che costruisce nuove relazioni, fuori dai vecchi schemi, e nuove sinergie trasversali, culturalmente elevate”.

Gli “Amici della Grande Russia” e l’evento milanese contro la cancel-culture

Sulla pagina Facebook del gruppo “Amici della Grande Russia”, che si definisce un movimento “con lo scopo di rappresentare gli interessi culturali sociali ed economici della comunità italo- russa”, si lancia anche un evento parallelo.

In programma sempre mercoledì 15 giugno a Milano. Questa volta con focus sulla “cancel culture”: “Saremo in Piazza per una causa , non per interessi personali , non per garantirci poltrone , ma per dire basta! Contro la cancellazione della cultura e contro la discriminazione di chi è contrario al pensiero unico delle ideologie”.

“Ancora Italia” e “Visione Tv”, complotti e sostegno a Putin

Sulla stessa scia “Ancora Italia”, movimento culturale sovranista i cui obiettivi sono dichiarati sul proprio sito: “Vogliamo proporre un’integrale riforma morale e intellettuale degli italiani: aspira a porre un progetto articolato, una visione del mondo, una filosofia integrale a fondamento di una riorganizzazione del mondo della vita e della gestione della cosa pubblica, affinché l’Italia possa tornare degna di sé e del suo nome, memore della propria storia e della propria grandezza”.

Presidente di “Ancora Italia” è Francesco Toscano, avvocato e giornalista pubblicista ma soprattutto ideatore di “Visione Tv“, canale Youtube dai contenuti complottisti e filo-putiniani. La loro posizione sulla guerra è chiara e la si evince dalla didascalia di un video pubblicato due settimane fa, dal titolo “Putin contro i diavoli di Davos”: “Se avevate dubbi – dichiarano nella descrizione – su chi appoggiare nello scontro fra l’Ucraina di Zelenski e la Russia di Putin, adesso potete superarli: i demoni di Davos sono schierati convintamente al fianco di Zelenski, rendendo ancora più evidente l’importanza di sostenere la lotta di liberazione che la Russia sta combattendo per conto di tutti i popoli liberi del mondo”.

Ora dal web le ideologie pro Putin e neo-fasciste passano alle strade di Milano.