Politics Le bugie di Draghi sugli psicologi (dopo gli applausi)

Le bugie di Draghi sugli psicologi (dopo gli applausi)

di Francesco Floris

Qualche settimana fa nelle redazioni dei giornali è arrivato un comunicato stampa. Titolo? “Covid: Psicologi, stress cresce ma con Draghi politica non più fattore di disagio”. Firmato: Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi. Era nell’aria la vaccinazione prioritaria per i professionisti della mente e qualcuno ha voluto tributare un grazie al nuovo Governo, con tanto di ricerca affidata all’Istituto Piepoli che attraverso lo “Stressometro” dimostrava – più o meno – come l’avvento dell’ex governatore della Bce a Palazzo Chigi avesse placato lo stress ingenerato dalla politica italiana ai cittadini almeno dal 2 giugno 1946. Come è giusto che sia.

L’8 aprile in conferenza stampa il Presidente del Consiglio ha detto: “Alle Regioni dico: smettela di vaccinare i giovani, queste platee di operatori sanitari che si allargano, gli psicologi di 35 anni. Con che coscienza un giovane si fa vaccinare e salta la lista sapendo che lascia esposto una persona che ha più di 65 anni o una persona fragile?”.

Già, con che coscienza? Il 9 aprile nelle caselle mail dei giornalisti ne è arrivato un altro di comunicato stampa. “Vaccini: Psicologi, è il caso che il Governo informi se stesso”. Stesso firmatario del precedente, approccio diverso. Può capitare di essere ottimi tecnici ma non brillare come comunicatori. Sorprendono infatti le affermazioni del presidente Draghi che nella sua conferenza stampa ha parlato di giovani psicologi che si fanno vaccinare scavalcando le persone anziane” ha detto David Lazzari, presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi. Aggiungendo: “Sorprendente da molti punti di vista: perché nessuno di noi ha chiesto di avere priorità, è stato il Governo a decidere le priorità vaccinali, ed in queste sono state incluse tutte le professioni sanitarie. Perché addirittura l’ultimo Decreto trasforma la facoltà in obbligo, esteso a tutti gli iscritti agli Ordini sanitari. Perché queste priorità e questi obblighi non sono determinati dal fine di proteggere i sanitari ma le persone, bambini e adulti, da loro seguiti”.

Del resto è di pochi giorni fa la circolare emanata dal segreteria dell’Ordine degli Psicologi dopo la pubblicazione decreto legge del 1 aprile 2021. Che prende atto delle decisioni del governo e comunica che l’Ordine “provvederà, entro cinque giorni dall’emanazione dello stesso, a trasmettere ufficialmente l’elenco dei propri iscritti alla Regione” in modo tale che le Asl verifichino “lo stato vaccinale di ciascuno dei soggetti rientranti negli elenchi tramite dei servizi informativi vaccinali”.

Morale? Lo “Stressometro” è impazzito. In un Paese che usa i vaccini come merce di scambio, fra applausi accondiscendenti e vuoti di memoria. Per questi, almeno, c’è lo psicologo.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Covid e patologie cardiovascolari. Battistina Castiglioni ne parla a The True Show

Come ha reagito la rete cardiologica alla pandemia Covid? La dottoressa Castiglioni, consigliere nazionale GISE, a The True Show

Anemia falciforme, gli esperti a confronto

Tremila casi in Italia ma è la punta dell'iceberg: la dottoressa Erica Daina e la professoressa Maria Domenica Cappellini spiegano cosa serve dal lato terapie e organizzazione contro la malattia rara causata da una mutazione genetica ereditaria

Rsa, il piano Regione-Finlombarda contro la crisi delle strutture

Fino a tre milioni di euro di garanzie da Regione Lombardia. Dentro al piano da 30 milioni di euro gestito da Finlombarda spa – il braccio finanziario della Regione – che in qualità di intermediario finanziario assicurerà il “sostegno del fabbisogno di liquidità” alle Residenza Sanitarie Assistenziali (Rsa) no-profit accreditate con il sistema sanitario regionale

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Antonio Barbato rinviato a giudizio

L’ex comandante della polizia locale Antonio Barbato è stato rinviato a giudizio nel procedimento aperto contro di lui per falso ideologico e frode in pubbliche forniture. Una vicenda processuale che si riferisce a fatti del 2015

Nel mondo “chiuso” della Società del Giardino c’è un nuovo presidente: Fiori

Tornare alla tradizione. Pare questa la parola d'ordine del nuovo presidente della Società del Giardino, Lorenzo Fiori

Silenzi Pd sull’addio di Gentili, il consigliere rompiballe che segue i soldi di Milano

Il Pd decide di non ricandidare a Milano il presidente della Commissione Antimafia, David Gentili. C'entrano qualcosa le sue domande scomode per la città?

Berlusconi, da drago a cui si offrono le vergini a statista (in ospedale)

Silvio Berlusconi sorprende ancora. Per 20 anni abbiamo sbagliato tutto o il panorama attuale è così desolante da far rimpiangere il passato?

Politici e social network, la top 10 dei più seguiti in Italia e nel mondo

L’avvento dei social network ha modificato radicalmente il rapporto tra la politica e i cittadini. Negli ultimi anni, in maniera esponenziale, i...