Politics Grattacielo A2A. Patuano: “Smart working? I lavoratori hanno bisogno di una casa”

Grattacielo A2A. Patuano: “Smart working? I lavoratori hanno bisogno di una casa”

Il Presidente di A2A a True-News: “Cambiamenti epocali nel mondo del lavoro ma servono luoghi di aggregazione”

Qualcuno che ha storto il naso c’è di fronte al progetto del nuovo grattacielo di A2A – la multiutility dell’energia controllata dai Comuni di Milano e Brescia. Ma come – è la domanda dei maligni – gli uffici sono vuoti, a cosa serve costruire un grattacielo? Marco Patuano, Presidente di A2A, risponde a distanza. “Probabilmente è vero che il mondo del lavoro ha subito un cambiamento epocale ma è altrettanto vero che i lavoratori non possono fare a meno di momenti di aggregazione importanti”. Anche perché per Patuano “tutti parlano di smart working” mentre in realtà si riferiscono “alla remotizzazione del lavoro”. Lei quindi non ci crede? “I lavoratori hanno bisogno di una casa e noi abbiamo deciso di scommettere su un grande progetto”. È la “Torre Faro”, 154 metri di torre cilindrica progettata dallo studio Citterio-Viel che prenderà in vita in piazza Trento cambiando per sempre lo skyline di una delle zone di Milano più “vibranti” sotto il profilo delle trasformazioni urbanistiche. Una nuova sede dalla quale affrontare le vere sfide che attendono il mercato dell’energia a cominciare da riconversione e sostenibilità. Per il Presidente di A2A “macrotendenze mondiali su cui il Covid, per assurdo, ha dato un impulso”. Trend dove A2A deve giocare una partita da “protagonista essendo il secondo più grande generatore di energia in Italia”. Un piazzamento che fa sì che “per noi tutto il tema delle rinnovabili e delle fonti energetiche alternative sarà oggetto di un grande programma di investimento”. Come lo sarà “l’economia circolare”. In questo senso, chiude Marco Patuano, “la Lombardia è già un’isola virtuosa all’interno però di un contesto e di una situazione troppo variegata in Italia che necessita di grandi investimenti”.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Webuild: Salini Impregilo lancia la sfida per le grandi opere

Webuild, di cui Salini è il socio di maggioranza, ha una partecipazione azionaria composita, che va dalla CDP fino a varie banche coinvolte

Nomine e parità di genere: il modello Invimit per le scelte di Draghi?

Un presidente uomo e un amministratore delegato donna (o viceversa) nel valzer delle nomine pubbliche? L'idea circola sul modello di Giovanna Della Posta in Invimit che affianca Trifone Altieri. Ma è più facile a dirsi che non a farsi

Lombardia, l’economia reagisce alla crisi. Ma teme l’incognita Superbonus 110%

E’ presto per dire che il paese ha voltato pagina. Certo è che la Lombardia sta rispondendo meglio. Se servizi, ristorazione e turismo vanno male, l'industria reagisce

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Fontana, la pandemia e la lezione da impartire a chi non la pensa come te

Ieri ho appreso una lezione. In effetti, non ci voleva molto, ma è sempre importante ricordarsi qual è il mondo con cui...

“Negli Stati Uniti in due ore ti fai il vaccino: basta il passaporto”

"Ciao a tutti, ho appena fatto il vaccino in farmacia qui a New York, una farmacia che non è un centro specializzato...

Esame Avvocato: caos al software Ministero, le promesse infrante della Cartabia

Migliaia di dati in fuga e privacy violata dal sistema di via Arenula. I praticanti: "Sono di Milano, mi convocano a Catanzaro con un altro nome"

Antonio Barbato rinviato a giudizio

L’ex comandante della polizia locale Antonio Barbato è stato rinviato a giudizio nel procedimento aperto contro di lui per falso ideologico e frode in pubbliche forniture. Una vicenda processuale che si riferisce a fatti del 2015