Politics Grattacielo A2A. Patuano: “Smart working? I lavoratori hanno bisogno di una casa”

Grattacielo A2A. Patuano: “Smart working? I lavoratori hanno bisogno di una casa”

Il Presidente di A2A a True-News: “Cambiamenti epocali nel mondo del lavoro ma servono luoghi di aggregazione”

Qualcuno che ha storto il naso c’è di fronte al progetto del nuovo grattacielo di A2A – la multiutility dell’energia controllata dai Comuni di Milano e Brescia. Ma come – è la domanda dei maligni – gli uffici sono vuoti, a cosa serve costruire un grattacielo? Marco Patuano, Presidente di A2A, risponde a distanza. “Probabilmente è vero che il mondo del lavoro ha subito un cambiamento epocale ma è altrettanto vero che i lavoratori non possono fare a meno di momenti di aggregazione importanti”. Anche perché per Patuano “tutti parlano di smart working” mentre in realtà si riferiscono “alla remotizzazione del lavoro”. Lei quindi non ci crede? “I lavoratori hanno bisogno di una casa e noi abbiamo deciso di scommettere su un grande progetto”. È la “Torre Faro”, 154 metri di torre cilindrica progettata dallo studio Citterio-Viel che prenderà in vita in piazza Trento cambiando per sempre lo skyline di una delle zone di Milano più “vibranti” sotto il profilo delle trasformazioni urbanistiche. Una nuova sede dalla quale affrontare le vere sfide che attendono il mercato dell’energia a cominciare da riconversione e sostenibilità. Per il Presidente di A2A “macrotendenze mondiali su cui il Covid, per assurdo, ha dato un impulso”. Trend dove A2A deve giocare una partita da “protagonista essendo il secondo più grande generatore di energia in Italia”. Un piazzamento che fa sì che “per noi tutto il tema delle rinnovabili e delle fonti energetiche alternative sarà oggetto di un grande programma di investimento”. Come lo sarà “l’economia circolare”. In questo senso, chiude Marco Patuano, “la Lombardia è già un’isola virtuosa all’interno però di un contesto e di una situazione troppo variegata in Italia che necessita di grandi investimenti”.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Green Pass in farmacia: come funziona, quanto costa. È boom di richieste (con polemica)

Il Green Pass in farmacia è molto richiesto nelle ultime ore. Tante la farmacie prese d'assalto. Sono soprattutto persone anziane a recarsi...

Federica Pellegrini quando gareggia la finale: data, ora, come vedere la diretta tv dalle Olimpiadi Tokyo 2021

Olimpiadi di Tokyo, la campionessa olimpica del nuoto è pronta a nuotare. Ecco quando gareggia Federica Pellegrini e come seguirla in TV.

Green pass Italia-Estero, cosa cambia? Ecco le differenze di utilizzo

Nonostante il propagarsi della variante Delta e il rialzo dei contagi in molti Paesi del mondo, sono tanti gli italiani che non...

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Csm e magistratura, il pm Paolo Storari paga per tutti. Ma la vera storia è quella del “cesto di mele marce” di Antonio Di...

Mario Chiesa diceva a Di Pietro: io sono la mela marcia? Ora le racconto il resto del cestino. Un'immagine perfetta di cosa sta accadendo in Procura a Milano e fra le toghe di mezza Italia

Inchiesta appalti negli Hotel, il sistema delle “società serbatoio”. Gip convalida sequestro da 22 milioni

Il Gip del Tribunale di Milano ha deciso di convalidare il sequestro di 22 milioni di euro a carico del gruppo Cegalin-Hotelvolver

Comunali Milano 2021, nella città simbolo del Covid è caccia al “professionista della salute” da candidare

Dopo l'arrivo del Covid crescono i medici che puntano ad entrare in politica (perchè la politica li cerca). L'esempio più lampante? Milano

Omicidio Voghera, cosa è successo in 10 anni con le armi: ecco quante sono le licenze in Italia e chi le possiede

Omicidio Voghera, il tema delle armi in casa torna d'attualità. Chi abita nei piccoli centri più propenso a dotarsi del porto d'armi

Sfratti 2021, novità su affitti, bollette e buoni spesa: da Draghi 500 milioni ai Comuni. I sindaci non hanno più scuse

Dal Sostegni Bis soldi per affitti, bollette e buoni spesa da destinare ai più poveri. La quota stanziata? 500 milioni, che vanno ben spesi